giovedì 13 novembre 2008

RIFORMA GELMINI: TESTI INTEGRALI TUTTI I DECRETI E DISEGNI DI LEGGE


ECCO I LINK AI DOCUMENTI PIU' IMPORTANTI, GLI ALTRI LI TROVATE A DESTRA IN "ARCHIVIO BLOG"

RIFORMA GELMINI/ELIMINAZIONE SEDI:ECCO L'ELENCO DELLE SCUOLE A RISCHIO CHIUSURA

RIFORMA GELMINI:LEGGE 133 IL TESTO INTEGRALE

DECRETO GELMINI SU MAESTRO UNICO:IL TESTO INTEGRALE

RIFORMA GELMINI, SCUOLA MATERNA : MAESTRO UNICO E NIENTE TEMPO PIENO. PERCHE' NESSUNO LO DICE?

Riforma Gelmini: testo integrale del piano programmatico

Riforma Gelmini:LEGGE 133 IL TESTO INTEGRALE E SPIEGAZIONI

Classi separate per bambini stranieri: Mozione Cota

Scuola, Gelmini "Non capisco le ragioni della protesta". Ecco l'elenco completo

Scuola/ Riforma Moratti e Riforma Gelmini a confronto. Identici i testi, identico il fine: smontare la scuola pubblica

Riforma Gelmini/Tremonti: un articolo del 2002 spiega perchè si vuole smantellare la Scuola Pubblica

DDL Gelmini: Riforma e Sostegno secondo il prof. Canevaro ex consulente del ministro

Riforma Scuola: una maestra spiega al ministro Gelmini cos'è la Scuola Primaria

Riforma Gelmini: sondaggi senza valore statistico

CONOSCERE LA LEGGE 133/2008 PER DIFENDERE L'UNIVERSITA' PUBBLICA

Università S.p.A., ovvero uno dei pericoli della Legge 133/08

107 commenti:

Anonimo ha detto...

NON E' GIUSTO! io ho fatto la scuola pubblica, mi sono laureato in un'università pubblica, ho fatto il tirocinio guadagnando una miseria... poi ho aperto uno studio professionale con le mie risorse! (sono dottore commercialista). Pago l'iscrizione all'albo, la cassa di previdenza e tutto il resto. Perchè ora questi devono avere la possibilità di far partecipare i privati al finanziamento dell'università? Non è giusto, che scoppino pure loro, che studino in aule di merda e che ci mettano i soldi loro come ho fatto io... Vi piacerebbe avere la FIAT che finanzia Ingegneria meccanica? e invece no beccateve sti laboratori pubblici di merda...!!!

Anonimo ha detto...

Frequento il liceo e voglio andare all' università...ma con queste riforme di merda non so se posso visto che le mie condizioni economiche non sono delle migliori...quindi dico ancora una volta... Gelmini sucaaaaaa!!!

Anonimo ha detto...

perchè dopo l'università pensi di poter ambire a qualcosa? Visto che si laureano cani e porci, co sto diritto allo studio gratuito, avete rovinato tutto idioti. Per aspirare al meglio tocca andare all'estero. Le fondazioni private sarebbero manna dal cielo idioti. Ma non ve le meritate, dovete scoppiare nelle università pubbliche di merda.

Anonimo ha detto...

pienamente d'accordo. per anni ci si è lamentati della scuola, non funziona, fa schifo ecc. ora che cambia non va bene. sapete cosa dite o è solo una scusa solo per protestare sempre e comunque? ora capisco perchè la scuola italiana è tra le ultime in europa. e si capisce perchè aumenta il bullismo: aumenta l'ignoranza di conseguenza....

Anonimo ha detto...

La riforma è giusta tranne che per il maestro prevalente o unico... LA domanda da farsi è se davvero tutti sappiano cosa sia questa riforma perchè credo che il 60 % dei manifestanti non sappia nemmeno il motivo per cui si manifesta...

Anonimo ha detto...

Io ho fatto le scuole con il maestro unico. Alcuni annui fa per far mangiare molti pseudo professori idioti hanno messo 3 insegnanti su 2 classi, così mngiavano quegli insegnanti senza lavoro. Risultato? costi per lo Stato che paghiamo tutti noi, capito? Noi! Che cazzata è un secondo insegnante per fare storia e geografia alle elementari me lo spieghi?

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

... guarda caso appena è crollata la sinistra alle amministrative del 2007 subito hanno montato il tema della crisi della politica,, e il libro la casta stava già in tutte le edicole. Un partito che fa questo al Paese non merita di chiamarsi democratico!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

La sinistra adesso si preoccupa tanto dell'università! ma vorrei ricordare che l'università italiana è in crisi da almeno tre anni e da tanti punti di vista. Allora, a questo punto, mi sorge una domanda spontanea: Perchè quando la sinistra è stata al governo, in due anni, non si è peroccupata completamente dell'università? e invece ha pensato solo ad aumentare le tasse? accolgo una risposta!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

infatti hanno creato pure l'osservatorio sull'università ma nessuno lo dice. Tale apparato valuta quali meritano maggiori denari... e ovviamente cianno messo le persone loro. Nessuno lo dice. Se lo faceva la destra?

Anonimo ha detto...

IL PD è una contraddizione in termini. Stanno su scheerzi a parte.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Mi presento,sono Cristina,una liceale del sud,precisamente Napoli...quanti pregiuduzi su noi italiani del sud!!!Eppure non sono l'unica qui ad aver capito le intenzioni del nostro governo!Qualcuno si è kiesto il perkè di tutto questo???Semplice,vogliono ke diventiamo una massa di ignoranti così non capiamo più quello ke fanno e non ci rendiamo conto ke si prendono gioco di noi!Ki di noi vorrà tornare al Medioevo???Al diavolo Gelimini!Non è finita!Se non riusciamo a farti tornare a casa Cicciolina diventa vergine!!!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

vado al liceo anke io..k abbiamo protestato a fare...?? tanto l'anno votata comunque..gelmini ci hai rovinato!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

hanno

Anonimo ha detto...

Per cortesia, scrivendo con la "k" dimostrate che la Gelmini ha pienamente ragione.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Ma come si fa a ritener giusta qsta legge?!?
Potrei anke essere daccordo sul maestro unico,sui cosiddetti tagli(sperperi)ecc,ma nn vi sembra k sia stato fatto in modo esagerato??
nn dovrebbero togliere fondi solo sulla scuola ma un po su tutto xk nn tagliano una parte di stipendi a loro stessi??un politico,ministro guadagnerà dai 3ai6000euro(se nn di piu)al mese;se togliessero1000e a testa vedrai km ci sarebbero + soldi!cmq il fatto sta k togliendo fondi ci saranno persone k nn avranno +soldi xandare all'università e nn è giusto certo c è gente k ci sta solo x okkupare il posto ma scusate
tutti gli altri k nn hanno i soldi ma hanno voglia di fare di studiare???????????????
dicono k l italia è uno dei paesi kn meno cultura di ttti!e allora privatizzate le università?!k imbeccilli!!!
purtroppo ora km ora nn c è più ne sinistra ne destra,fa tutto skifo e kn qste leggi peggiorano solo le kse....per nn parlare delle classi differenziate,cosi già k c è odio kontro le persone straniere,facendo cosi i bambini cresceranno kn la differenza
già in testa!!!k SKIFO!!!sn dakkordo kn ki è di sinistra o di destra......ma BERLUSCONI VAFFANKULO!!!
Giuly

Anonimo ha detto...

VI TREMA IL CULO
PENSATE A STUDIARE CAZZONI

I 68INI AVRANNO VITA CORTA
IL MAESTRO UNICO DOVRA' ESSERE ABILITATO
CON SPECIALIZZAZIONI ,QUANTI INSEGNANTI SARANNO
IN GRADO DI SUPERARE QUESTO ESAME??
SPERO CHE FACCIANO UN REFERENDUM

Anonimo ha detto...

sei un idiota. In USA le Migliori università sono private e hanno il maggior numero di premi nobel al mondo. Come mai?
Non vi meritate che le Università si trasformino in fondazioni e che ottengano così fondi privati. Il massimo godimento è vedervi vagare per i corridoi per 10 anni e aspirare a fare il cameriere per un risto. cinese. Idiota, i soldi pubblici sono di tutti e così l'Università: l'errore che fate è che ritenete l'Università un territorio: in realtà gli studenti sono di passaggio e non hanno più diritto di manifestare dei genitori come me preoccupati per il futuro deio figli.

Anonimo ha detto...

dicevo a quello di prima

Anonimo ha detto...

aggiungo, che la differenza tra destra e sinistra c'è eccome. Non ci provate. Avete fatto shifo per 2 anni, lasciando un paese a pezzi nel morale e nella coesione sociale.
A tutti gli idioti dico di leggere la legge: se le università si trasf. in fon dazioni diventano proprietarie degli immobili e così potranno ottenere un sacco di finanziamenti dalle banche (garantiti dagli immobili appunto=. La verità è che non lo meritate, ciao sguatteri.

Anonimo ha detto...

la riforma mi fa schifo
se non altro il voto in confotta mi alza la media. ma il peggior guaio l'ha fatto
alle elementari, e all'uni.
stiamo scendendo a livelli allucinanti.
quasi mi vergogno di stare qui.
voglio espatriare, magari in spagna.
dite che stanno meglio là?
boh.
ma non mi piace. affatto.
chissà quanti insegnanti delle
elementari rimaranno col culo per terra,
per non parlare dei soldi.
lo sapete che se oggi, giorno in cui c'è sciopero generale, un professore si assenta per sciopero, le ore non lavorate causa sciopero vengono detratte dallo stipendio??
ussignùrr

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

se io no vado a lavorare non mangio, perchè sono un libero professionista e sono più precario di molti altri, capito PARASSITI IGNORANTI?!

Anonimo ha detto...

C'è una confusione enorme su queste riforme. Il 90% delle persone che conosco confondono la 133 con il decreto Gelmini.
Io quest'ultimo lo approvo quasi in toto,però su alcune cose sono tuttora confusa.Il tempo pieno sparirà? Dicono di no,speriamo sia vero.Sarebbe un dramma per chi lavora e ha i figli a scuola.
L'obbligo di frequenza abbassato ai 14 anni non mi piace.
Il maestro prevalente è un'ottima idea.Quanti ne servono alle elementari?Andiamo,uno basta e avanza (oltre a quello per la lingua straniera e informatica).
Ho ricordi splendidi della mia maestra e degli anni delle elementari.
Il voto in condotta andava assolutamente reintrodotto: certe scuole sono uno zoo...e parlo per esperienza personale,non per sentito dire da chissà chi.
Se passiamo a parlare della 133 le mie perplessità aumentano. Frequento l'università e dover pagare molte più tasse ovviamente non mi entusiasmerebbe.
Il modello di fondazione privata che c'è in America è semplicemente ottimo: istruzione di altissimo livello,banche che danno prestiti agli studenti,atenei conosciuti e di prestigio.
C'è pero il piccolo problema che da noi è assolutamente(almeno per ora) impossibile da attuare.
Abbiamo troppi professori universitari,è giusto tagliarli. Così facendo però tagliamo anche i ricercatori,e quelli sono fin troppo pochi...
L'università va decisamente cambiata!
In Italia spendiamo quanto altri paesi europei (è molto simile alla cifra spesa in UK) ma fra le prime 150 facoltà le nostre non figurano proprio. Dai nostri atenei escono meno laureati del Cile.
Ci sarà un motivo per tutto questo o no?
Riforma,riforma...ben venga!
Tagliamo gli sprechi!
Ma in modo serio,non togliendo fondi alla cieca.
Gli sprechi così rimangono,e in laboratorio ci ritroviamo ad usare la lente di ingrandimento invece del microscopio :P

Eleanor

Anonimo ha detto...

mi permetto di ripetere lo stesso concetto da stamattina. Se l'Univ. si trasforma in fondazione (legge) diventa PROPRIETARIA degli immobili. COn tale diritto teoricamente potrbbe far valere il suo patimonio per ottenere finanziamenti bancari garantiti da destinare agli scopi che si ritengano utili. (Principio di Auton. dell'ateneo). La trasformazione inoltre la potrà fare il senato accademico a magg. assoluta, pertanto non è un automatismo. Inoltre la legge prevede che le donazioni dei privati alle Univ. sono interamente deducibili (sono commercialista e non ricordo una simile agevolazione). E' chiaro che è una legge interessante e per me buona, certo tutto è una scommessa.. Però va ricordato che ove le Univ. non riusciranno a trovare fondi lo Stato assicura la copertura (vedi Legge).
Ciao

Anonimo ha detto...

la domanda qa questo punto è: se la meritano la riforma?

Anonimo ha detto...

Io approvo la riforma. La qualità della scuola, soprattutto qui al sud, è pessima a causa di professori strapagati e nullafacenti e anche a causa del personale scolastico che non vuole far niente. All'uni. nell'edificio che frequento ci sono ben 4 persone dell'ATA, ma nesusno di loro si vede mai in giro a pulire o a mantenere l'ordine. Così vale anche per i professori, non so se ho reso l'idea. Perciò meglio una scuola privata con meno professori ed una qualità migliore.

Anonimo ha detto...

Dai commenti si evince come la "cultura" della prevaricazione e delle falsità palesi vendute come verità sia diffusa ben oltre il Parlamento. Che bel paese questa Italia!
--- NO ALLA "RIFORMA" GELMINI! ---

Anonimo ha detto...

vengo da una famiglia agiata, non ho mai avuto un aiuto di nessun genere da insegnanti, sono cresciuta con il maestro unico, le medie e le superiori con insegnanti più o meno bravi, e una università di baroni, ma sono educata e non ho mai risposto male al mio maestro o maestra o professore. Ora la moda è essere volgari e ignoranti e non capisco questo sciopero, soprattutto perché non cambierà proprio nulla. Mio figlio che nascerà a febbraio andrà all'asilo con tanti maestri come ci sono sempre stati, alle elementari dove tutti saranno vestiti uguali e soprattutto, spero, senza cellulare e con una maestra o maestro che gli insegni a stare seduto a tavola quando si deve stare seduti e non come i bambini "moderni" che si alzano o che addirittura non si siedono neanche a tavola quando si deve, che risponda educatamente alle domande.
Sono sempre più allucinata da come crescono i bambini oggi, vedo tutti i giorni o quasi mio nipote e mi meraviglio di come si comporta, ed ha solo 4 anni, ma non voglio neanche pensare alla maleducazione dell'altro nipote, che ne ha 16 di anni, e che non sa neanche parlare in italiano. Tutto ciò dipenderà sicuramente dai genitori, ma spesso anche da quello che vedono a scuola.......
Che brutto far crescere i propri figli in questo mondo...
comunque favorevole al decreto ...

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

RISPONDE UN "IDIOTA", "COGLIONE" tutto quello che vuoi.....EDUCATO PERO'! E con delle argomentazioni precise:
- prendere a modello gli USA non mi sembra tanto produttivo.....visto il risultato attuale e visto anche che siamo in EUROPA.
- Il problema è che il Governo democraticamente eletto dalla maggioranza degli italiani, dimentica che i decreti legge vengono attuati solo in casi di grave urgenza (vedi catastrofi ambientali e affini....).
- Una riforma vera è frutto di una lunga concertazione con le parti sociali e con esperti del settore (in questo caso esperti di educazione nella scuola primaria)....quali luminari della scienza dell'educazione sono stati interpellati?
- Qual'era l'emergenza se non quella di tagliare? Qual'è il fondamento pedagogico? Non riesco a ravvisarlo leggendo il "pensierino della Gelmini", le leggi sono altra cosa.
- Dimentichiamo poi che i nostri figli si confronteranno, si spera, in un mondo del lavoro internazionale....non potranno di certo confrontarsi ad armi pari.
- Come mai negli altri paesi il maestro unico è stato soppiantato da decenni e noi adesso lo reintroduciamo????
- Come mai ai nostri figli è garantito un tempo "corto" (24h settimanali...fate i conti) mentre in tutto il resto del mondo hanno capito da tempo l'importanza pedagogica del tempo pieno?
E non mi si venga a dire che non ci sono altre voci di spesa pubblica da poter tagliare....basta leggere il bilancio del Senato....
L'idea della trasformazione delle Università in fondazioni poi, non la voglio neanche commentare....forse si dimentica che l'istruzione è un bene comune...
MB

Anonimo ha detto...

Triste constatazione:
noi italiani siamo un popolo di CRETINI.
Si parla di riforma della scuola e metà dei commenti parlano di politica.
Destra contro sinistra.
Fascisti contro comunisti.
Intanto nessuno si accorge che veniamo presi per il c...
Continuate pure..

Anonimo ha detto...

Probabilmente non hai letto cosa si intende per trasformazione in fondazione. Ciò dice tutto sulla tua iognoranza (scusa se non sono "educato"). La vera riforma è tutta li, ma molti non la vedono. La questione delle elementari è il fuoco di paglia che serve ad offuscare il fulmine. Io non entro nel merito della riforma elementare. HO le mie idee. Credo che una persona che nella vita prende uno stipendio pubblico per insegnare 2 materie alle elementari sia un mantenuto. Ma lasciamo perdere. NOn hai capito un tubo sulle fondazioni ed è grave, molto. Con la trasformazione le Univ. diventano proprietarie degli immobili (e 39), andando ad accresc ere il patrimonio dell'ateneo, ma i ocredo che non ti interessa e non te lo meriti!

Pterisauro ha detto...

A proposito di università:
Metà dei premi nobel "americani" sono europei che hanno studiato in europa e che sono andati a lavorare negli USA perché li ci sono più soldi, cattedre, borse di studio, posti di ricercatore.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

dimenticavo, gli stipendi alti dei parlamentari sono necessari, a meno che no nsiate veramente idioti e no nvogliate vedere. Il bilancio dello Stato non sta li, ma nella sanità e nella PA. Scagliarsi contro la politica vuol dire fare il suo gioco.

Anonimo ha detto...

Bhè c'è sempre lè'altra metà dei nobel americani. Il fatto che si critichi il loro sistema in questo modo è il chiaro segnale che devo mandare i miei figli all'estero. Pensa a chi stiamo in mano. Qual'è l'Università migliore, quella della Zaire?

Pterosauro ha detto...

Anonimo ha detto...
Credo che una persona che nella vita prende uno stipendio pubblico per insegnare 2 materie alle elementari sia un mantenuto. Ma lasciamo perdere.

Vorrei sapere dal grande FILOSOFO che ha scritto questo:
- se ha dei figli che vanno a scuola
- se è entrato in una scuola elementare negli ultimi 50 anni
- se ha mai insegnato qualche cosa nella sua vita
- se sa di cosa sta parlando

Anonimo ha detto...

Allego un messaggio di una studentessa sulla riforma gelmini: "..inoltre, ho un professore di letteratura italiana, che, sempre grazie alla Gelmini, non potrà più approfondire determinati argomenti. Io sarò solo un secco elenco di nozioni".Fonte Blogosfere, alessia.
Questi sono quelli che protestano? Pensa come li hanno rincoglioniti a scuola, vergogna!

Anonimo ha detto...

Ho 2 figli, uno alle elementari. La scuola mi costa 3.600 all'anno. Non volevo offebndere il lavoro di nessuno, mi riferivo a quando è stato introdotto il concetto dei 3 maestri su 2 classi: mi chiedo se non fu una scelta di politica sociale per non lasciare gli insegnanti a casa. Non volevo minimamente denigrare lo status o il valore dei prof.

Pterosauro ha detto...

Il "sistema americano prevede tasse di iscrizione dai 15.000 dollari in su che solo il ceto medio alto si può permettere
A...si ci sono anche le borse di studio. Poche .... molto poche anche in America.
Get real.
Bada bene.
Io non sto difendendo il sistema universitario italiano. Pieno di baroni e sfaticati.
Ma non è così che si migliora.

Anonimo ha detto...

... dimenticavo ho insegnato teoria generale del diritto in un'univerità privata a roma. SCIENZIATO

Anonimo ha detto...

Guarda tanto è inutile che critichiamo il sistema Americano, ve lo potete pure scordare. Io mia figlia ce la mando, perchè la vita me la sonoi costruita da solo e credo di potermelo permettere. Sero che la riforma non passi e di vedere ancora a lungo gli studenti passeggiare nelle università. Anzi, spero di vederli laurearsi prima, così li vado a trovare nei retrobottega dei risoptranti. La riforma molti non la meritano.

Anonimo ha detto...

E poi trovo vergognoso che ci sia questo sito chiamato "bambini coraggiosi". Ma d'altra parte sarà di berlusconi pure questo, vero? La demenza umana non ha limiti, continuop con allegare il messaggio della studentessa, ma nessuno commenta, perchè? ""..inoltre, ho un professore di letteratura italiana, che, sempre grazie alla Gelmini, non potrà più approfondire determinati argomenti. Io sarò solo un secco elenco di nozioni".Fonte Blogosfere, alessia.
Questi sono quelli che protestano? Pensa come li hanno rincoglioniti a scuola, vergogna!

Pterosauro ha detto...

Fai benissimo a mandarla a studiare negli states, tu che puoi permetterlo.
Però, parlando di meritocrazia, vorrei che anche il figlio di un commesso del supermercato, se bravo e preparato, potesse frequentare una università seria e con i soldi necessari per fare didattica e ricerca.
Invece, in Italia, ci saranno meno soldi e i professori che ti strappano la velina (chi ci è passato sa di cosa parlo) saranno ancora li, imperterriti, irremovibili.

Anonimo ha detto...

Credo tuttosommato che l'Università Italiana sia seria. Ora non esageriamo, io posso decidere di studiare all'estero per vari motivi,ovvio, ma non credo nemmeno a quelle classifiche che ci rilegano al 150 esimo posto. Il fatto è che il diritto allo studio non è il solo problema. Il problema è riuscire a dare ai ragazzi qualcosa dopo. Le società colte e povere soccombono sempre. Meglio un pò "fatti da se" ma solidi. Non dimentichiamoci che i nostri nonni erano quasi tutti contadini. Eoppure.. eccoci, io oggi ho uno studio mio che ho costruito con i miei sudori, come mai?

Anonimo ha detto...

nessuno, almeno mi pare, ha affermato che non ci sia una emergenza educativa e una forte necessità di riforma dell'università.
Non credo però che "spingere" il senato accademico a votare una privatizzazione attraverso sgravi e quant'altro sia una buona proposta. Mi sono laureata in una buonissima università pubblica con laboratori e strutture eccellenti e ti assicuro non si laureavano cani e porci una decina di anni fa.
Ma ripeto, non nego che sia quanto mai necessario mettere mano a tutta una serie di inefficienze (corsi da eliminare, sedi decentrate da chiudere, ...).
Perciò è inutile dire che chi la pensa diversamente non capisce....semplicemente, come te, anche io ho le mie idee e la mia esperienza personale.
MB

Pterosauro ha detto...

Anonimo ha detto...
E poi trovo vergognoso che ci sia questo sito chiamato "bambini coraggiosi".

Perché? Non si può nemmeno criticare?

Riguardo alla pedante richiesta di commento:
Sempre in tema di tagli, il documento programmatico parla comunque di riduzione delle ore di insegnamento in tutte le scuole di ogni ordine e grado.
Quindi il commento della studentessa è ragionevole.
Se si devono fare le stesse cose in meno tempo ....

Anonimo ha detto...

Certo, io anche mi sono loaureato alla pubblica (Tor Vergata) e credo che sia una grande università. Volevo dire che, se può interessare, ad esempio oggi nelle professioni lavori bene se sei prof. oltre che dott., se non no sei nessuno. Dietro al proliferare delle cattedre si cela un business enorme e ne beneficiano i soli noti (figli di..). Lo status quo va bene a loro perchè se non ci sono vincoli di spesa si può diventare priof senza ,eritarselo. LIl termine privatizzazione è un po poco esaustivo perchè iubn realtà nella fondazione possono entrare anche Enti pubblici; è piuttosto il sistema di funziona,mento che è di impronta privata (economicità).

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

grandissima stronzata.
ci sono famiglie che non riescono a tirare la fine del mese e questa vuole privatizzare l'università?ma allora sei proprio ottusa.in italia ci sono pochi figli di papà,siamo un popolo di lavoratori non di fancazzisti come voi, che per guadagnare gli 800 euro al mese c'è chi va a pulire la merda.
ma vergognati!voi ne prendete 10000 e cosa fate?nulla!allora prima di tagliare i fondi alla scuola, che già ne ha pochi, perchè non vi tagliate voi lo stipendio e quei soldi li date al popolo, alle scuole?perchè?
perchè così sarebbe troppo bello per noi, che dobbiamo solo sudare per guadagnare, per arrivare alla fine del mese.

Pterosauro ha detto...

Anonimo ha detto...
Dietro al proliferare delle cattedre si cela un business enorme e ne beneficiano i soli noti (figli di..). Lo status quo va bene a loro perché se non ci sono vincoli di spesa si può diventare prof senza meritarselo.

Hai ragione. Il vero problema dell'università è questo. Certo che togliendo i finanziamenti a tutti non si risolve niente.
L'anno prossimo i prof figli di saranno ancora li perché nessuno li avrà mandati via e le tasse universitarie saranno di 4000€
e qualche ragazzo/a meritevole ma senza finanze adeguate non se lo potrà permettere.

Anonimo ha detto...

Ecco...proprio sul tema che citi voglio farti una domanda.....in effetti oggi nelle professioni lavori bene solo se sei prof, poi certi politici/professionisti/figli di prof. diventano prof. in un batter d'occhio e senza una reale preparazione.....secondo me è vergognoso.
Ma questo business delle cattedre, non trovi sia più frequente nelle università non statali?
E poi credi realmente che la trasformazione in fondazioni possa arginare questo modo di operare? che seconodo me è anche dannoso per gli studenti che si ritrovano prof. affannati tra impegni a studio e orari delle lezioni...
Sull'economicità della gestione, perfettamente d'accordo....certo che se vai a vedere i bilanci di alcune fondazioni liriche svieni! fondazioni 100% pubbliche poco affini col principio di economicità!

Anonimo ha detto...

VI RENDETE CONTO CHE CON QUESTA RIFORMA POTRANNO STUDIARE SOLO I "FIGLI DI PAPA'"!!??
IO SONO UNO STUDENTE DI ARCHITETTURA..E VIVO SULLE SPALLE DI MIO PADRE CHE SPUTA SANGUE PER DARMI LA POSSIBILITA' DI FORMARMI COME ARCHITETTO!!!
MIO PADRE E' UN PICCOLO ALLEVATORE...E IO NON MI RITENGO UN MILLESIMO DI MILLIMETRO MENO DI UN FOTTUTO FIGLIO DI PAPA' PERCHE' O VOGLIA DI IMPARARE E DI FORMARMI!!!!!! PERCHE' VOGLIO CREARMI UN FUTURO!!!!
PERCHE' NEGARE A ME E A OGNI FIGLIO DI OPERAIO UNA BUONA ISTRUZIONE!!???
PERCHE' CONCEDERLA SOLO A CHI HA I SOLDONI!!???
PRIMA DI DARE ARIA ALLA BOCCA CARI 'PRO GELMINI' FATEVI UN ESAME DI COSCIENZA!!!!!

Anonimo ha detto...

L ostipendio al popolo. Sei un cretino. Io no ti devo dare nulla, vieni a lavorare con me e impara. E dovremmo pagare le tasse per chi come te mi parla di stipendio al popolo? Guarda che sei tu che ti devi vergognare di guadagnare 800 euro al mese non chi ne guadagna 10.000 (anche se in reaktà non si dovrebbe vergognare nessuno)! Prenditi 2 lauree come c'è mancato poco che facessi io, stai 5 anniu a rimborso spese, poi riparliamo, mantenuto!

Anonimo ha detto...

In Marocco, l'istruzione è completamente gratuita, compresa l'Università. In questi ultimi anni chi è al governo di quel paese, ha capito che per agevolare lo sviluppo economico della popolazione, bisogna partire innanzi tutto dalla cultura e dall'istruzione ai giovani, dare loro una buona preparazione, indipendentemente che siano ricchi o poveri, che vivano nelle città o in villaggi sperduti nelle campagne.... Sin dai primi anni di scuola imparano almeno 3 lingue...meno male che è un paese considerato del "terzo mondo".........allora noi che "mondo" siamo????

Anonimo ha detto...

... dimenticavo e io dovrei pagare le tasse per mandare all'università pubblica uno come te che che sputa su quello che ho fatto io? ma mi devono ammazzare...prima! le fondazioni non le meritatre, vai a spalare ...quella roba li, e aiutati con la laurea della facoltà occupata.

Anonimo ha detto...

.... bene, si guarda al Marocco. Imbecilli! vai a vedere le università americane... rifatte l'occhi

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

sporco pezzo di merda è per colpa dei razzisti come te che siamo nella merda!!!!arrivista del cazzo se ai due lauree e non lavori sarà perchè sei un incompetente di rango estremo!!!!!!!

Anonimo ha detto...

e imparate a scrivere in italiano!!!

Anonimo ha detto...

caro studente in architettura, tu anteponi il diritto allo studio al diritto alla felicità. Non è colpa tua, sei limitato. Vorresti tutti laureati e tutti a riparare i cessi con la laurea in tasca. A proposito il mio si è rotto, che sei specializzando in teoria e pratica di una cagata?

Anonimo ha detto...

Io con 2 lauree mi sono aperto uno studio professionale e mia figlia studierà in america. I miei erano poco più che contadini. Razzista sei tu che non accetti la tua inferiorità mentale.

Anonimo ha detto...

e se proprio lo vuoi sapere... "se stamo a fa na pippa"

Anonimo ha detto...

L'America è meglio non prenderla a modello, guarda che bravi a creare disastri finanziari...(e fosse solo quello..).e comunque per me deve poter studiare anche chi soldi non ne ha. Visto che in Italia abbiamo già perso il diritto ad un lavoro, ad uno stipendio che faccia vivere una famiglia dignitosamente, almeno che ci resti la possibilità di avere un'istruzione e di non restare analfabeti o maleducati come quello di cui sopra...!!!

Anonimo ha detto...

Guarda che gli americani creano i disastri ma poi ne escono bene, come sempre. Chi paga sono i paesini che pensano che rubando ai ricchi per dare ai poveri si va da qualche parte. Ancora credete che ci siano i ricchi che lucrano sui ooveri? Idioti, qui non cià na lira più nessuno, imbecilli, sveglia. Datevi da fare coglioni.

Anonimo ha detto...

Se siete così incazzati perchè non avete protestato per una scuola o università migliore prima della riforma del governo? Imbecilli

Anonimo ha detto...

Caro ignolaureato...se io sono limitato..tu sei inesistente..e ci metto la mano sul fuoco!!!
se il tuo cesso si è rotto son cazzi tuoi!!
spara meno cagate!!!
tu cosa vorresti!? tutti laureati perchè sono figli di dottori o avvocati!?
la tua ignoranza non ha limiti..e ti dirò...mi fai schifo perchè sei un razzista di merda!!!

Anonimo ha detto...

Le cose nella vita vanno desiderate e meritate, se no non c'è futuro. C'é il diritto allo studio ma qualcuno vorrebbe il diritto alla laurea. Senza ambizione no nsi va da nessuna parte. Aspetto ancora l'architetto specializzato in "tecnica di una cagata e cessi moderni"

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

sono l'architetto e ti o risposto!!
uno: sei superficiale all'ennesima potenza!
due: quello che o in testa non me lo leva nessuno!
tre: non o mai detto che le lauree debbano essere regatate..perchè son contrario!
sai qual'è il mio primo principio morale!?
SENZA IMPEGNO, SENZA STUDIO, SENZA PASSIONE, RICCO O POVERO NON VAI DA NESSUNA PARTE!!
signor sfondacessi si faccia un esame di coscienza prima di sparare ulteriori CAGATE!

Anonimo ha detto...

Ma chi se la prende con la Gelmini per la privatizzazione delle università ha letto i decreti? Sa che lei non c'entra nulla?
Non mi è particolarmente simpatica,ma detesto chi si esprime su un argomento sapendone veramente poco.
Per quanto riguarda il "tagliamo gli stipendi e i privilegi ai politici": d'accordissimo! Va fatto e va fatto il prima possibile!
Ma credere che basti a riparare a tutti gli enormi sprechi che ci sono qui è davvero ingenuo.Abbiamo un debito enorme,più di nazioni parecchio più grandi di noi.
Ciò non significa che i tagli siano giusti,ripeto,anzi mi preoccupano non poco.
Però direi che siamo tutti d'accordo sul fatto che le università vanno riformate!
E i licei ancora più urgentemente.

Eleanor #2

Anonimo ha detto...

Vai a chiederlo per strada al popolo americano se ne sta uscendo bene, ma tu credi a tutto quello che vedi alla televisione??....Io mi dò da fare tutti i giorni, te lo posso assicurare, e comunque qui non si tratta di rubare ai ricchi per dare ai poveri. Si tratta di dare delle OPPORTUNITA' ANCHE AI POVERI.
L'ignoranza ne uccide più delle guerre... La cultura aiuta a capire come va il mondo, aiuta a crearsi un futuro, aiuta a difendersi dalla prevaricazione, e soprattutto aiuta a scoprire le cose che chi è al potere ti vuol tenere nascosto. (vedi "signoraggio"). Mi spiace per quegli insegnanti che perderanno il posto. A loro va tutta la mia solidarietà.

Anonimo ha detto...

Rispondo sulle fondazioni. In effetti non voglio dire che la trasformazione delle Università argini il fenomeno della corsa a diventare prof. Chi può dirlo? Ed è vero che le cattedre facili ci sono sia alla pubblica sia alla privata. Però il problema va sollevato anche perchè oggi se vuoi fare l'Avvocato (l'architetto non so) il titolo di prof è una specie di must famncazzista e youppiano.

Anonimo ha detto...

caro architetto, allora diciamo la stessa cosa. Non capisco perchè mi hai dato del razzista di merda?

Anonimo ha detto...

... rispondo. Ilsignoraggio era una tecnica antica per limare le monete d'oro e ridarle al popolo col minor valore, facendo scorte del limato. Vuoi negare che gli USA escono sempre meglio di noi dalle crisi. L'ignorante mi sa che se tu! Guarda come sono usciti loro dall 11/9 e guarda noi! guarda come sono usciti dal '29 e guarda noi. Certo meglio poveri che belligeranti. Pero stanno sempre meglio loro. Il popollo americano sta megli o di noi, te lo assicuro.

Anonimo ha detto...

Inoltre forse no ti hanno detto che il direttore del TG1 scriveva sul manifesto, repubblica, corriere della sera. La carta stampata è a senso unico, il cinema, intenet sono ia senso unico. O mi Vuoi far credere che l'informazione la fanno fede e studio aperto. MI sa che la TV devi s,etterla tu di guardarla. Spettro!

Anonimo ha detto...

non si discrimina una persona basandosi sul reddito!
io figlio di operaio non o nulla da invidiare a un figlio di dottore!

Roberta Lerici ha detto...

Anonimo ha detto: "E poi trovo vergognoso che ci sia questo sito chiamato "bambini coraggiosi"."

Vorrei ricordare a chi entra negli spazi che qualcuno mette a disposizione per la discussione, di informarsi su dove si trova, prima di fare critiche senza capo ne coda. Questo blog è stato provvisoriamente aperto in quanto il mio sito www.bambinicoraggiosi.com è andato il tilt per il boom di accessi dovuti al fatto che, oltre ad occuparsi di pedofilia, ha deciso di pubblicare documenti e articoli che spiegassero la riforma Gelmini quando non ne parlava quasi nessuno. Questo accadeva quasi due mesi fa e man mano che le persone hanno deciso di cominciare ad informarsi, le visite sono aumentatre fino al record di ieri, in cui si è raggiunto il numero di 80.000 utenti unici. Il mio vero sito, però, si occupa di politiche per l'infanzia, di abusi sui minori e di pedofilia: ecco perchè si chiama bambini coraggiosi. La riforma Gelmini è venuta dopo e non sono riuscita in due giorni a trasferire tutti documenti presenti sull'altro sito. Forse da domani sarà ripristinato e questo rimarrà ad occuparsi solo di politica, visto il mio impegno per l'infanzia con l'Italia dei Valori. Sono tornata da poco dalla manifestazione di Roma a piazza del Popolo contro la Riforma Gelmini. Il milione di persone calcolato dagli organizzatori è certamente realistico, dal momento che Roma è rimasta paralizzata per ore. Non so neppure quanti cortei ci fossero per le strade. Alcuni sono stati deviati e non sono mai arrivati a piazza del Popolo. Il tono della maggior parte dei commenti che ho letto qui, però, parla di tutt'altro. Anzi, non parla di nulla. E' vuoto, senza senso e soprattutto non viene dalla lettura dei documenti, ma piuttosto dalle frasi sentite dire alla televisione. Mi dispiace notare l'effetto devastante che una cattiva informazione ha già fatto su molti di voi. Cercate di non essere di parte quando una cosa così importante come l'Istruzione rischia di diventare simile ai quiz per la patente.Oggi, alla manifestazione, qualcuno aveva preparato uno striscione in greco antico. Voi credete che la Gelmini sappia che esiste anche il Greco antico, lei che vuole rendere facoltativo il latino?

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Posso sapere allora questo sito chi jha deciso di aprirlo e perchè? Chi lo ha finanziato? Chi ha scelto il nome e che significa? aspetto risposta!

Anonimo ha detto...

beh ritornando un pò alla realtà dei fatti..direi che una riforma doveva essere stata attuata anni fa non solo ora...ripeto che l'università e la scuola siano allo sfacelo è oramai fatto certo...ci stanno tanti laureati a spasso che non trovan il lavoro per cui hanno studiato, altri addirittura non hanno nemmeno le infrastrutture per poterli farli accedere al mondo del lavoro dato che si sono lanciati su "nuove lauree" inventate al momento e che non hanno nemmeno il senso di esistere... ma viaaaaa... e cerchiamo di cambiare un pò.

Anonimo ha detto...

Ancora co sto reddito... a imbecilli i laureati italiani sono nella maggioranza dei casi figli di povera gente. O veramente pensate che 20.000 iscritti a giurisprudenza so ricchi? Perderete sempre co sta demenza

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Ciao. Bel sito comunque. I bambibni non sanno nemmeno cos'è il coraggio. Per fortuna non sono così.... idioti! notte notte

Roberta Lerici ha detto...

I blog su blogspot sono gratuiti. Io mi chiamo Roberta Lerici, io ho aperto questo sito e chi sono è scritto sul sito. Basta leggere il profilo. Spero che non sia troppo difficile. Piuttosto mi piacerebbe sapere chi è lei, che si permette di fare domande simili, coperto dall'anonimato. Mi dica il suo nome e sarò felice di fornirle tutte le informazioni che desidera, anche se oltre a quelle che le ho già dato, non c'è molto altro. Non c'è bisogno di essere finanziati per esprimere le proprie idee e pubblicare dei decreti legge su di un blog gratuito, dovrebbe saperlo.

franco ha detto...

WW la Gelmini ! nella vita per sollevare un paese ci vogliono le palle è il coraggio di affrontare la realtà la Destra le ha avute forse si riuscirà ad alleviare la crisi che attanaglia il nostro paese
mentre la sinistra è lì pronta come la iena aspetta il momento giusto per accaparrarsi una preda non sua in questo caso gli studenti, giovani immaturi senza esperienza e senza la cattiveria dei grossi ceppi sinistrati, i giovani manipolati, istigati, aizzati si ribellano violentemente con una ferocia che non ha alcun senso ma visto che hanno l'appoggio della sinistra ( dagli ADULTI) che per ottenere i propri obbiettivi venderebbe l'anima al diavolo in questo caso anche perdite umane perchè questo si rischia che ci scappi un morto .

I ragazzi perderanno 3 mesi di scuola questo e sicuro !! a gennaio quando si tornerà a scuola rimmarranno solo 4 mesi di scuola !dovè la costruttività di questa resistenza ? ognuno tornerà ai propri posti e i giovani perderanno quasi un anno di istruzione !!

a tutti i testoni , baroni, fannulloni, sinistati CHIEDO DI ARRETRARE!!!! Gli Italiani non sono un popolo stupido che crede alle vostre manipolazioni per vincere dovete offrire Progetti costruttivi !!!!!

Ragazzi fatevi consigliare dai vostri genitori la saggezza è la migliore soluzione !!!

saluti a Veltroni poverino anche questa volta arretrerà il piedino

Ale ha detto...

Gentile Roberta Lerici,
mi chiamo ALESSANDRO PREVITALI (invito tutti a non rimanere nell`anonimato).
Vorrei farle i complimenti per il sito originario, a difesa della categoria piu` fragile di tutti: i bambini, troppo spesso soggetti di abusi, violenze e strumentalizzazioni, come sul tema istruzione.
Premesso che la famiglia e` il primo ambiente educativo e che la formazione di un bambino e` influenzato sin dai primi anni di vita, la scuola deve essere di supporto per tutti non solo nell`indottrinamento nozionistico, ma per una retto percorso nei valori base di una convivenza civile tra le persone: la vita e la liberta` (principi natuarli sostenuti da Grotio e Spinoza), del rispetto del prossimo e del diverso attraverso un dialogo di comprensione, diritto al sapere per lo sviluppo di una coscienza che ci distingue dagli altri esseri viventi.
Ci sono voluti secoli di lotte sociali e rivoluzioni per affermare questi principi, ora leggendo questo blog mi rendo conto di quanto questi valori siano rimasti soltanto inchiostro stampato su pagine bianche raccolte con filigrana e mai assimilati dalle persone, di nessuna fazione politica.
Il motivo: una vera mancanza di volonta` politica di istruire veramente le masse, gia` dall`anno della fondazione della nostra Repubblica.
Credo sia necessaria una riforma nella gestione delle materie e dell`insegnamento, credo che l`ora di religione debba essere sostituita o integrata da un`ora di filosofia fin dalle elementari (se si insegna il vangelo ai ragazzi in modo semplice lo si puo` fare anche con la filosofia) perche` insegna il percorso formativo del pensiero umano dalle origini fino ad oggi.
Dal punto di vista didattico, ho visto innumerevoli errori di grammatica in questo blog, anche da parte di persone adulte o studenti universitari, errori che ricordo mi correggeva la mia maestra alle elementari. E` qui il cardine della formazione (incluse le scuole medie) ed e` qui che le riforme sono piu` importanti, perche` se questa prima parte della vita fosse ben organizzata, la successiva sarebbe solo una specializzazione per chi volesse intraprenderla, con liberta` e con costi contenuti. Le riforme universitarie sono soltanto un motivo di business, dove la maggior parte dei docenti sono anche professionisti affermati e che ricevono ulteriori sussidi pubblici per non essere mai presenti alle ore di lezione concordate.
La speculazione sia edilizia che aziendale che scaturirebbe dagli Atenei privatizzati e proprietari degli immobili sarebbe vergognosa.
Nella riforma ci sono pro e contro, il dialogo deve portare ad esaltare i pro e valutare insieme alle parti sociali tutti i contro nel rispetto delle minoranze meno abbienti, italiani o stranieri che siano.
Vivo in Cina a Shanghai per passione e per lavoro, dove l`ambiente internazionale e la fusione delle razze coesistono in un armonioso rispetto, considerandoci tutti stranieri in un paese straniero molto accogliente verso gli stranieri di oggi, ma con molti problemi in termine di istruzione e sanita`.
Tutti additano la Cina per la mancanza di diritti e di liberta` di espressione. Le aggressioni di Roma e l`indifferenza della polizia, mostrano forse un diverso atteggiamento? Rimango sconcertato...

Roberta Lerici ha detto...

Per Alessandro Previtali
Vede, anch'io sono rimasta sconcertata dal numero di errori di ortografia e sintassi. Forse prima non mi ero resa conto della gravità della situazione, perchè il tema degli abusi sui minori non attira un eccessivo numero di visitatori, nè un gran numero di commenti. Con trecento commenti al giorno, però, la situazione appare molto più chiara. Il problema della scuola è che, a mio avviso, si deve intervenire nei programmi didattici per ripristinare acuni esercizi che servivano ad imparare a scrivere e che, invece, non si sa per quale motivo sono stati eleiminati. Gli errori sono anche il risultato della mania di fare esercizi prestampati in cui l'alunno deve solo inserire una parola. In questo modo non hanno idea di come si compone un periodo. Non è per tutti così, ovviamente, ma per molti il componimento è un grosso problema. Più ancora dell'italiano, mi ha colpito il vuoto del pensiero. Anche per presentare tesi opposte ad un altra, bisognerebbe argomentare. Questa capacità manca. Riguardo all'educazione a al bullismo, io avrei proposto incontri all'interno dell'orario scolastico fra genitori, alunni, insegnanti alla presenza di uno psicologo, in modo che tutti avessero modo di parlarsi. In alcune scuole sono stati avviati programmi simili,(li avevo sollecitati io stessa perchè conoscevo alcuni genitori e insegnanti) e i risultati sono ottimi. Il voto in condotta può essere un deterrente, ma non risolve il disagio che un numero crescente di ragazzi mostra di avere. Trovo comunque importante che un movimento studentesco spontaneo sia nato per combattere questa non- riforma della scuola. I problami ci sono, ma qui non vengono affrontati affatto. La ringrazio di avermi scritto e aspetto altre osservazioni. Roberta Lerici

Fabrizio ha detto...

Per Franco,
e per chi crede nel decisionismo a priori, ovvero: "Si fa così perché lo dico io".

Per realizzare quelli che tu chiami "progetti costruttivi" ci vuole una conoscenza che anticipa e informa l'azione. Molto spesso, invece, le decisioni politiche sono prese (sia a destra che a sinistra) senza conoscenza.

Credo che la ministra Gelmini avrebbe dovuto argomentare, per esempio: " Abbiamo fatto queste ricerche, utilizzando queste fonti e questi criteri, per cui abbiamo deciso di riproporre il maestro unico, il voto in decimi,il grembiule obbligatorio, di effettuare tagli qui e là per questi motivi, di riformare l'università così e colà per tali ragioni, ecc..

Un esempio: molti sostenitori della Gelmini affermano che siccome l'OCSE evidenzia che la scuola Primaria italiana ha perso posizioni in Europa, allora bisogna tornare al maestro unico, al buon tempo antico, così correlando, in qualche modo, la bassa qualità odierna della scuola alla presenza del team di tre maestri ogni due classi. Ora, dov'è la prova che la perdita della pole position è dovuta ad un più alto numero di maestri? Non c'é. Potrebbe essere dovuta ad una perdita della coesione sociale, a mancanza di valori nella società, ad una trasformazione della struttura della famiglia.

Oltre al merito, proprio il fatto che i decreti in questione siano stati redatti senza alcun dialogo con le controparti e tanto celermente ha indotto molti a sospettare delle buone intenzioni garantite dal Governo.
E poi, caro Franco, anche Hitler aveva le palle...

Davide 87 ha detto...

Per Fabrizio
Sono pienamente daccordo! Solo una cosa però: si scrive e si dice ministrO Gelmini!!! Non storpiamo le parole per favore.
In ogni caso ritengo che il livello dei commenti sia troppo pressapochista e grossolano (meglio usare degli eufemismi per non cadere nella volgarità), visto che la maggior parte di essi contengono epiteiti ed insulti vari rivolti a chicchessia. Sarebbe più opportuno ed interessante instaurare un confronto sereno relativo agli argomenti in questione.

Per quanto mi riguarda, ho cercato di filtrare meglio che potevo le informazioni che in questi giorni rimbalzavano dai giornali alle televisioni, giungendo ad alcune considerazioni (sicuramente non definitive):
- Il sistema scolastico si porta avanti delle problematiche da molti anni e non può essere certo un decreto la causa di tutto;
- Prima di tagliare i fondi in modo trasversale ed indiscriminato, sarebbe meglio individuare le cause dei tanti sprechi:
*il sovrannumero di bidelli nelle scuole (molti dei quali lavorano 5-6 ore al giorno,e non si "spaccano certo la schiena")
*"l'uso" di ditte esterne per pulizie "approfondite"
*personale poco qualificato (segreterie in particolare)
*non utilizzo di laboratori e macchinari a disposizione...
Queste informazioni sono dovute ad esperienze personali ed a confronti con altri studenti;
-La trasformazione delle università in fondazioni farà entrare in gioco i privati e con essi le banche...Un privato non investirà mai in qualcosa da cui non può trarre un utile, nonostante nel decreto sia scritto che ogni provente derivante dall'esercizio dell'attività sarà devoluto all'università. Il rischio, non molto remoto, è che possano esserci delle speculazioni da parte dei privati;
-Per quanto riguarda il tanto discusso maestro unico penso che sia sbagliato fare un parallelismo con 40 anni fa; oggi come oggi la scuola elementare tende ad istruire i bambini già dalle elementari, dalle quali non escono più (almeno in teoria) solo alfabetizzati. L'istruzione elementare spazia dall'inglese alla storia, dalla matematica all'italiano, tutto ovviamente dimensionato per dei bambini. Notare inoltre come oggi le classi siano sempre più eterogenee. Detto questo ritengo perciò che una figura sola non possa sopperirire in modo efficente a tutte queste situazioni.
Queste sono le mie considerazioni su questo argomento che possono essere più o meno giuste, ma comunque frutto di una attenta riflessione.
P.S.: Per Fabrizio
Evitiamo di nominare Hitler, mi sembra decisamente fuori luogo; sarebbe meglio un paragone un po' più "tranquillo".
Bastano già quegli idioti ed ignoranti che non hanno niente di meglio da fare che inneggiare al duce!

Fabrizio ha detto...

Per Davide,
le parole al femminile come “ministra” sono ormai registrate nei più importanti e aggiornati dizionari della lingua italiana. Tale forma è stata usata anche dai pedagogisti speciali A. Canevaro e D. Ianes nella loro lettera di dimissioni da collaboratori della Gelmini (puoi trovare il documento anche su questo blog).
Penso, poi, che non dobbiamo aver paura di scrivere una parola che è il nome di un personaggio storico, mica ho offeso qualcuno! In effetti ho usato il nome di Hitler solo per enfatizzare un concetto, così da non dover produrre ulteriori commenti. E poi sui blog, in genere, la discussione è spesso informale. Comunque credo anche che bisogna criticare solo i contenuti del pensiero altrui, non il modo in cui viene espresso.
Saluti

Roberta Lerici ha detto...

Per Fabrizio e Davide 87
Sapete, comincio a pensare che molti degli ultimi commenti fossero pilotati. Negli ultimi giorni, per far aumentare le quotazioni del ministro Gelmini, pare sia partita un'offensiva via internet. Tutto avrebbe avuto inizio con la creazione del sito "forza Gelmini" che, a detta del suo ideatore, sarebbe stato attaccato da un hacker che lo avrebbe fatto andare fuori uso. Ieri sera una persona che credo fosse l'ideatore del sito, ha portato ad Anno Zero un "tomo" contenente, a suo dire, tutti i messaggi ricevuti a favore della riforma. Se tutte le persone a favore sono come molte di quelle che hanno commentato questo post, se fossi il ministro non riuscirei a dormire. Ma non sono il ministro e, probabilmente, lei dorme benissimo.

Roberta Lerici ha detto...

Guardate cosa ho trovato in rete postato dall'utente di un social network:
"Pero' gli amici di sinistra qui su Ok fanno un ottimo lavoro per noi, ci indicano, nei loro post, tutti i siti di sinistra che fanno disinformazione. A noi non rimane che andare su quel sito e postare un po' di controinformazione, come in questo caso, sul sito gentilmente segnalatoci da segeteriadelpresidente." (segue link)
Il sito preso di mira è proprio "bambinicoraggiosi".Ecco spiegata la provenienza di tutti quei commenti insulsi, oltre che fascisti. Ne ho cancellati un po', ma la procedura è piuttosto lunga.Sono contenta di averlo scoperto così presto.

A.I.N. ha detto...

Eccolo ! Sono io l'utente del social network in questione; solo che quel post l'ho postato oggi, quindi tutti i precedenti
commenti "fascisti" ( consentimi, che hai "fascistamente" cancellato) non erano dovuti al mio post.
Per quello che mi riguarda, come avrai notato, i miei commenti sono tutti di tipo tecnico legale.
Credo la migliore controinformazione ( quella di cui parlavo io ) , contro la dis-informazione sia far conoscere e spiegare i contenuti reali delle norme.
A proposito: ho notato che su Ok notizie, hai postato questo virgolettato da te attribuito al testo del Piano Programmatico del Ministero dell'Istruzione:
"la riduzione di 700 istituzioni scolastiche comporterà conseguentemente la riduzione del personale scolastico (collaboratori scolastici, personale amministrativo, ecc) per un totale di 44.500 unità in tre anni. A questi vanno aggiunti i dirigenti scolastici delle sedi eliminate."

virgolettato che non corrisponde al testo reale del Piano stesso, che è invece questo :

"La riduzione di circa 700 istituzioni scolastiche comporterà conseguentemente la riduzione dell’organico del personale dirigente scolastico oltre i DSGA sopra indicati."
http://www.edscuola.it/archivio/norme/varie/schema_art64l133.pdf

Puoi spiegarci l'arcano ?

Roberta Lerici ha detto...

La segnalazione riguardo ok notizie mi è arrivata via email, da un utente molto gentile. La parte che ho copiato è una sintesi e comprende anche le righe precedenti che forse Lei non ha letto. Onde evitare perdite di tempo, la invito a leggere tutti i documenti prima di commentare. Rischia di fare la figura di una persona che non sa leggere o che è troppo pigra per leggere.

Roberta Lerici ha detto...

Per tutte le persone che trovano "poco chiaro", questo post a base di link agli articoli più importanti, accetto suggerimenti. Ditemi cosa è poco chiaro e datemi dei consigli su come migliorarlo. Grazie a tutti.

mully ha detto...

Sono Carmen e studio architettura all'università d'Annunzio di Pescara. Ma vi rendete conto in che schifo di strutture studiamo? Ma cosa vi sta bene? I corsi inesistenti? I docenti fantasma? Gli esami preparati e rinviati solo perche il docente non aveva voglia di sorbirsi gli studenti? Le segreterie vuote? ......poi di che cosa volete parlare di scuola superiore...ma vi rendete conto che non esiste più una vera scuola? Insegnanti che se ne sbattono altamente di spiegare, altri che invece sono talmente demoralizzati da attendere con estrema ansia di poter andare in prepensionamento, studenti che parlano con i professori come se fossero i loro fratelli insultandoli e fregandosene, ragazzi che non studiano, vivono nella loro estrema ignoranza cosi contenti ed ignari di esserlo......non basta?...a è vero c'è ancora la scuola media superiore ( forse quella che funziona di più) dove comunque ci sono professori non competenti e strutture decadenti.......ma volete invece parlare della scuola elementare? Dovreste solo vergognarvi di pensare che funzioni! Ma conoscete qualche bambino veramente preparato dopo il grande insegnamento di quelle maestre che oramai decrepite sono inappropriate all'insegnamento. Ma vi rendete conto di chi sono le maestre che insegnano ai vostri figli, ai nostri fratellini?......nella stragrande magioranza vecchie che si sono diplomate alle magistrali ( che non esistono neanche più ) nel 15/18! E si prendono pure lo stipendio....non solo le facciamo ancora entrare in una scuola! Dovreste capire che la parte riguardante la scuola elementare è la più importante poichè.......(sempre se conoscete un pochino come funziona la memoria umana!)in quell'età la zona del cervallo riguardante la memoria permanente non è ancora piena ( non so se avete notato che dimenticate facilmente le cose studiate alle scuole superiori ma non dimenticate assolutamente come si scrive, i numeri, l'addizione, ecc.) di conseguenza tutto ciò che viene imparato in quegli anni resta per tutta la vita.....per cui voi dovete spiegarmi com'è che vi sta bene che queste povere creature subiscano 3 maestri che magari spiegano cose correlate in modi che sono talmente discordanti che fanno esaurire anche me.....(poichè dopo i genitori sono costretti a chimare delle persone che facciano le ripetizioni ai loro figli). Su questo aspetto io credo che nelle scuole infantili soprattutto nelle scuole infantili debbano insegnare persone laureate in pisicologia infantile.......che sappiano insegnare le cose basilari di ogni materia ma che soprattutto, ed è la cosa più importante, sappiano comprendere i bambini, capire le loro esigenze, i loro limiti.......quindi toglamo quest'ammasso di incompetenti che riempiono le scuole italiane e visto che si puo fare risparmiamo pure sul numero di insegnanti ( che sono in eccesso!)anche perchè non so se vi siete resi conto che li paghiamo noi!
Concludo dicendo che questa riforma non sta bene e fa paura solo a chi non ha voglia di far niente, a chi non merita il suo posto di lavoro o le promozioni con 56 crediti, o le lauree comprate dai genitori o con prestazioni speciali.......chi merita non ha paura delle riforme!

P.S.: per fortuna tra l'ammasso di insegnanti e studenti vergognosi ce ne sono anche altri che pur trovandosi in questo schifo di contesto si impegnano comunque per ottenere il massimo.......il problema è che sono veramente pochi!
Ciao e pensateci.......non manifestate solo per non andare a scuola o per seguire la massa....e per gli insegnanti......scusate ma se non siete competenti andatevene a casa o cercatevi un altro lavoro.....vi siete mai chiesti se in una scuola privata vi accetterebbero? Nella stragrande maggioranza dei casi credo proprio di no! Perchè secondo voi?
'Notte.

Fabrizio ha detto...

Per Carmen,
contrariamente a ciò che pensi si può disimparare la letto-scrittura: analfabeta di ritorno strumentale è una persona che ha forse imparato, è andata a scuola per alcuni e a volte per molti anni, ma in età postscolastica ha vissuto una tal vita da disimparare completamente, da non sapere usare lo strumento dell'alfabeto. Non si dimentica a leggere e a scrivere perché, per quasi tutti, si tratta di abilità che si usano sempre.
I bambini, fino a circa otto-dieci anni, possono imparare anche tre o quattro lingue insieme, data la grande plasticità del cervello a quell'età, non perché la memoria non è ancora piena.
le competenze di un insegnante, nella scuola di oggi, devono essere transdisciplinari: conoscenze disciplinari, capacità relazionali e quindi (anche) conoscenze di scienze e tecniche psicologiche, capacità metodologico-didattiche e organizzative. Non è che perché uno conosce la psicologia infantile che sa fare l'inseganate.
Poi, hai la prova scientifica che un maestro è meglio di tre? Puoi dimostrare che la perdita di qualità della scuola sia dovuta alla presenza dei tre maestri? Alcuni giornalisti e vari altri guru affermano di aver avuto il maestro unico e di essere andati fortissimo! E' una prova scientifica? No! Potrei rispondere semplicemente che anche mio nonno ha scritto la sua tesi di laurea con una macchina da scrivere, io invece ho utilizzato word e sono andato altrettanto bene.
Si può essere d'accordo con te su molti punti del tuo argomentare relativi alle inefficienze del sistema formativo, il fatto è che si è manifestato perché l'intervento del Governo non mira affatto ad un miglioramento del sistema dell'istruzione. Si tratta di tagli contenuti nella finanziaria, e ad un livello ancora più alto di una visione ideologica di come deve essere fatta la società.

Fabrizio