venerdì 24 ottobre 2008

Scuola, Gelmini "Non capisco le ragioni della protesta". Ecco l'elenco

Sulla mozione della Lega per classi di bambini stranieri: ''Non è razzismo ma un problema didattico''

Risposta: il programma per il supporto ai bambini di lingua straniera è già stato approvato e finanziato dal precedente governo.(vedi qui) Quindi, se si vuole separare bambini stranieri da bambini italiani, la ragione non è certo didattica. Persino esponenti del PDL sono contrari, tanto che A. Mussolini ha scritto una lettera al Ministro Gelmini per spiegarle in cosa consiste l'integrazione a scuola.

Gelmini: ''Molti di coloro che scendono in piazza non hanno letto il provvedimento''

R. Proprio perchè lo hanno letto scendono in piazza, altrimenti sarebbero rimasti a casa a votare i sondaggi sulla fiducia nel ministro.
Gelmini: Ingiustificate le manifestazioni di università e scuole superiori: ''La riforma non li tocca minimamente''

R.Li tocca eccome. Tagli alla ricerca, 46% di tagli alle spese di gestione delle università, trasformazione delle Università in fondazioni, blocco del turnover nelle assunzioni, licenziamento dei precari.

Gelmini: "Il maestro unico come causa di licenziamenti? ''Nel pubblico impiego non è possibile''

R.Il maestro unico taglierà 87.000 insegnanti più personale ATA e Amministrativo fino ad arrivare a 200.000 unità, altrimenti perchè nel piano programmatico si direbbe"...con i risparmi effettuati dalla diminuzione dei docenti e la riduzione delle ore...?"Gli insegnanti precari che verranno tagliati sono precari anche da vent'anni. Ci sono persone che a cinquant'anni si ritroveranno senza nulla in mano. Per quello che riguarda gli insegnanti di ruolo in sovrannumero si farà fare loro un corso di formazione per essere impiegati in altri ambiti. Dovranno cambiare lavoro.

Gelmini: Il dito è puntato contro la sinistra, rea di aver fatto ''disinformazione e creato un allarmismo nel Paese che non ha ragion d'essere''.
La "sinistra" , ovvero l'opposizione, sperava di poter discutere la riforma in parlamento. Ponendo la Fiducia sul DDL, si è espropriato il Parlamento delle sue funzioni. E' il mondo della scuola, del precariato, la società civile che si ribella a questo modus operandi, non la sinistra in sè stessa.

Gelmini: ''Sta dicendo (la sinistra ndr) che verrà meno il tempo pieno e gli aggiuntivi, ovvero informatica e inglese, e questa è una grande bugia. Non saranno toccati; anzi, nella scuola media passeremo da tre ore d'inglese a cinque ore di lingua straniera''. Potenziato lo studio delle lingue, ma potenziato anche il tempo pieno che nessuno ha la volontà di ridurre.

R: il Piano Programmatico parla chiaro: Scuola materna: un solo insegnante, accorpamento classi (quindi bambini dai 2 ai cinque anni insieme in classi più numerose), limitazione dell'orario della didattica solo al mattino. (ovvero 25 ore settimanali). " Tenendo conto dell'esigenza delle famiglie" è scritto nel Piano Programmatico immediatamente dopo. Cosa vuol dire? Che qualcuno provvederà a tenere i bambini anche di pomeriggio? E chi, se la maestra può lavorare solo al mattino? E a carico di chi sarà questo servizio? Il ministro non lo dice in nessun documento.

Informatica e inglese
L'inglese verrà insegnato da insegnanti non specialisti (quelli verranno licenziati) che seguiranno un corso di 150 ore. Come si fa a dire che migliorerà la didattica? Informatica dovrà essere sacrificata o verrà fatta a spese di qualche altra materia. In 24 ore, come si fanno a fare tutte le materie meglio che in 30 o in 40 ore? La musica non viene menzionata dal ministro ma pare che le Maestre Uniche dovranno insegnare anche quella.

Lingue alle medie
Attualmente alle medie si fanno 3 ore di inglese e due di una seconda lingua a scelta. Dove sarebbe il potenziamento? Nel fare comunque 5 ore di lingue? O il Ministro non sa fare i conti o ha avuto informazioni sbagliate.

Tempo pieno
Per "Tempo pieno" si intende il numero di ore dedicate alla didattica. Il Piano Programmatico dice chiaramente che le ore dedicate alla didattica verranno diminuite alla scuola materna-alle elementari-alle medie e al liceo. Il testo del DDL 137 dice anche che alle elementari sarà possibile richiedere un tempo scuola di 27 o 30 ore, che sarà accordato "se ci saranno le risorse necessarie" . Ecco, quindi che in questa ultima frase è racchiuso tutto l'equivoco. Non è certo. Inoltre, che qualità avranno le ore di scuola fatte nel pomeriggio? CHi le gestirà? Chi le pagherà? Tutto ciò non viene spiegato neppure nel Documento Programmatico. Senza contare che oggi il Tempo Pieno è di 40 ore.

Ecco l'articolo con le dichiarazioni del ministro Gelmini
Il ministro a 'Panorama del giorno': ''Molti di coloro che scendono in piazza non hanno letto il provvedimento''. Ingiustificate le manifestazioni di università e scuole superiori: ''La riforma non li tocca minimamente''. Il maestro unico come causa di licenziamenti? ''Nel pubblico impiego non è possibile''.

Roma, 17 ott. (Adnkronos/Ign) - Mentre nelle piazze e nelle scuole di tutta Italia si susseguono le proteste contro la sua riforma, a 'Panorama del giorno' il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini confessa di non capire il perché di queste manifestazioni. ''Le ragioni della protesta francamente non le comprendo e sono sempre più convinta che molti di coloro che scendono in piazza non hanno letto il provvedimento''.
Quello che colpisce il ministro è soprattutto la partecipazione di università e scuole secondarie, a suo dire non ''toccate minimamente'' dal provvedimento che ''riguarda prevalentemente la scuola elementare e media''. Il dito è puntato contro la sinistra, rea di aver fatto ''disinformazione e creato un allarmismo nel Paese che non ha ragion d'essere''. ''Sta dicendo che verrà meno il tempo pieno e gli aggiuntivi, ovvero informatica e inglese, e questa - accusa la Gelmini - è una grande bugia. Non saranno toccati; anzi, nella scuola media passeremo da tre ore d'inglese a cinque ore di lingua straniera''. Potenziato lo studio delle lingue, ma potenziato anche il tempo pieno che, assicura il ministro, nessuno ha la volontà di ridurre.
''Le famiglie non hanno nulla da temere dal provvedimento'' e a chi legge la scelta del maestro unico come causa di licenziamenti, la Gelmini ribatte che ''nel pubblico impiego non si possono licenziare le persone''. ''Chi parla degli 87mila taglia dice una cosa non vera - spiega il ministro - e soprattutto non precisa che oggi gli occupati nella scuola sono un milione e 300mila: se il governo non intervenisse contenendo la spesa da un milione e 300mila si passerebbe a un milione e 400mila. Chi protesta ci dica dove trovare i soldi per occupare altre centomila persone nella scuola, purtroppo non è possibile''.
Ma a 'Panorama del giorno' il ministro dell'Istruzione non difende solo la sua riforma. Gelmini si schiera anche a difesa della mozione della Lega sulla creazione di classi per i bambini stranieri, spiegando che ''non si tratta di un problema di razzismo ma di un problema didattico''. ''E' un dato di fatto che per come oggi la scuola è organizzata non riesce ad assolvere al meglio ad una funzione importante: quella di integrare gli alunni immigrati. Ogni genitore che ha un figlio nelle classi elementari di questo Paese - aggiunge - sa che ci sono problematiche legate all'inserimento dei bimbi stranieri nelle classi perché molti non conoscono l'italiano. Se vogliamo accogliere in maniera adeguata i bambini stranieri è giusto investire delle risorse perché possano conoscere la lingua italiana e quindi integrarsi al meglio''.
Riforma

73 commenti:

Anonimo ha detto...

qui si parla di disinformazione e strumentalizzazione da parte della sinistra... io sono una studente di sedici anni che protesta ferreamente ma spontaneamente... la gente non può fare poltitca senza stare a contatto con il popolo... e la cara gelmini si accorgerà di quanta spontanetà c'è nei cortei quando in una sola voce s'innalza la nostra protesta... siamo migliaia in ogni manifestazione!! Ma la protesta ci mette tutti d'accordo... La "retorica" della Gelmini non ci abbindolerà... Gelmini fà un atto concreto... Ritira questo decreto!

Anonimo ha detto...

sono la mamma di due bambini che frequentano 1 la scuola materna e il secondo la 1 media.Vorrei dire alla sign.Gelmini che prima di giocare a fare il politico bisogna vivere con la gente comune,quella che stenta ad arrivare a fine mese,quelle famiglie in cui lavorano tutti e due i genitori e se la materna chiude alle 12.30 i bambini li porteremo tutti alla sign.Gelmini cosi forse capira il lavoro di un insegnante.Vorrei anche darle un consiglio su come risparmiare ,provate voi politici ad abbassarvi lo stipendio, in casa mia si vive con 2.000,00euro al mese di cui1.000,00servono per pagare il mutuo e con il resto si devono pagare le bollette ,mangiare etc.etc a dimenticavo x la scuola del obbligo(la 1 media)sono stata obbligata a spendere 372.00euro di libri.SE adesso dovro pagare pure qualcuno che guarda mio figlio quando la materna chiude vuol dire che siamo proprio a posto.Comunque domani sera parto per Roma per protestare.

Anonimo ha detto...

MI FA SPECIE SENTIR PARLARE LA GENTE IN QUESTO MODO
1°MAESTRO UNICO ma pensate che dei bambini siano seguiti meglio da 5/6 persone diverse o da una persona sola che sta con loro a tempo pieno
(LA MAGIOR PARTE DEGLI INSEGNANTI CHE SEGUONO I NOSTRI FIGLI NON SANNO NEMMENO COSA VOGLIA DIRE INSEGNARE) ma con delle persone del genere come potete pensare di poter garantire una buona istruzione ai vostri bambini
2°ma voi liceali fosse fosse che temete il fatto del voto in condotta e le regole piu ferree protestate perchè pensate d avere il diritto di non studiare non perche avete paura della vostra istruzione
(LA PROTESTA IN PIU NON E UN MOMENTO IN CUI SCATENARE LE BESTIE CHE SIETE CON CORI DA STADIO E INSULTI VARI MA PORTARE AVANTI CON DIGNITA I PROPRI PENSIERI)...
INFORMATEVI MEGLIO NON VI FERMATE AL SENTITO DIRE

Anonimo ha detto...

Appoggio in parte l'ultimo Commento "INFORMATEVI MEGLIO NON VI FERMATE AL SENTITO DIRE "; sono uno studente universitario, e sto leggendo ahimè solo ora il decreto legge con tutti gli annessi, mi sto accorgendo di varie cose; Per prima cosa e' vero che in internet ci sono molte alternative ai media-disinformativi, ma e' anche vero ch un sito dove di seguito alle leggi si da un parere ( presumo scritto da un moderatore o da un admin) e' ASSOLUTAMENTE disinformativo, in quanto io personalmente faccio fatica a capire il 100% della legge con tutti i suoi rimandi di diritto, e di certo un ragazzo che si legge di seguito un commento viene sviato.
Seconda cosa che ho notato della riforma e' - bene si protesta - manifestiamo- non ci sta bene- ma domandarsi il perche? farebbe bene a tanti studenti e non solo; Vedere la mia universita' occupata IMPEDENDOMI DI STUDIARE ED ISTRUIRMI e' una cosa giusta? VEDERE I PROFESSORI scendere in piazza a manifestare inneggiano : " via via la polizia"; MA DOVE VIVIAMO? SECONDO ME NON AVETE BEN CHIARA UNA COSA ... LA LIBERTA' DI FARE QUELLO CHE VUOI RESTA UN TUO DIRITTO FINO A QUANDO NON IMPEDISCE A ME DI ESSERE LIBERO DI FARE CIO' CHE VOGLIO- ED IMPEDIRMI DI STUDIARE E DI SEGUIRE LE LEZIONI E' LEDERE LA MIA LIBERTA'.
Giusto per capirci IO NON CONCORDO con tutta la legge ma non sputo nel piatto dove MAngio , MAnifestare e' un diritto!!!!! ma manifestare nn vuol dire fare occupazione casino , basterebbe fare lezione all'aperto, volete manifestare svuotate le universita' e andate a fare lezione davanti al senato o dove vi pare a voi......ma non impeditemi di imparare.

Anonimo ha detto...

L'ultimo commento è un chiaro esempio di cosa sono riusciti ad ottenere con il continuo grido al lupo al lupo (i cattivoni che occupano e non lasciano i studiare quelli che vogliono farlo, quelli maledetti professori che si permettono di protestare invece di stare buoni buoni ad insegnare e basta, quei genitori che vogliono tornare a protestare senza motivo e solo per sentirsi più giovani etc.). RAGAZZO SVEGLIATI! Sputi nel piatto dove mangi solo se non alzi la testa per dire a questi signori che il livello che è riuscita a raggiungere la scuola pubblica non si tocca! Si può certo migliorare e qui siamo d'accordo, ma mi dici com'è possibile con questo decreto? Tu che fai lo studente mi dici come puoi rendere meglio all'esame? studiando meno ore, su un minor numero di libri e in un'aula piena e rumorosa, oppure studiando in una stanza comoda e silenziosa, con un adeguato numero di testi e avendo le ore necessarie?
Naturalmente capisco la tua posizione se i tuoi genitori sono ricchi e possono permettersi di mandarti anche in una struttura privata o che tu pensi di diventare ricco e poter, dunque, mandare i tuoi figli in scuole private. Se così non è, penso che tu abbia capito ben poco di quel che è riportato nel testo della legge, o semplicemente non l'hai letta....

Anonimo ha detto...

giustissimo brava gelmini

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
MI FA SPECIE SENTIR PARLARE LA GENTE IN QUESTO MODO
1°MAESTRO UNICO ma pensate che dei bambini siano seguiti meglio da 5/6 persone diverse o da una persona sola che sta con loro a tempo pieno
(LA MAGIOR PARTE DEGLI INSEGNANTI CHE SEGUONO I NOSTRI FIGLI NON SANNO NEMMENO COSA VOGLIA DIRE INSEGNARE) ma con delle persone del genere come potete pensare di poter garantire una buona istruzione ai vostri bambini
2°ma voi liceali fosse fosse che temete il fatto del voto in condotta e le regole piu ferree protestate perchè pensate d avere il diritto di non studiare non perche avete paura della vostra istruzione
(LA PROTESTA IN PIU NON E UN MOMENTO IN CUI SCATENARE LE BESTIE CHE SIETE CON CORI DA STADIO E INSULTI VARI MA PORTARE AVANTI CON DIGNITA I PROPRI PENSIERI)...
INFORMATEVI MEGLIO NON VI FERMATE AL SENTITO DIRE
----------------------------------------------

HO 16 ANNI QUINDI FREQUENTO IL LICEO
E MI DISPIACE DELUDERLA DICENDOLE CHE IL VOTO IL CONDOTTA C'è SEMPRE STATO
E CON 7 IN CONDOTTA SI VIENE BOCCIATI
E NON CON IL 5.
A SCUOLA SI VA PER STUDIARE QUINDI INUTILE DIRE CHE LE PROTESTE VENGONO FATTE SOLO PER NON ANDARE A SCUOLA O SPERARE CHE CI SIA MENO STUDIO.
CHI NON HA VOGLIA DI STUDIARE VA A LAVORO COME SEMPRE è STATO.
MI RITENGO PURE FORTUNATA PER AVERE UNA APERTURA MENTALE E INTELLIGENZA SUPERIORE ALLA SUA CHE AVRà SICURAMENTE PIù ANNI RISPETTO A ME.


E BEN PRESTO CAPIRANNO TUTTI CHE LE PROTESTE NON VENGONO FATTE SOLTANTO DA COMUNISTI O PERSONE DI SINISTRA MA PROPRIO DALLA DESTRA
VERGOGNA

Anonimo ha detto...

.. sono serviti 5 insegnanti per tirare fuori ragazzi dalla scuola di primo grado che non conoscono la grammatica italiana, la storia, la geografia..
e la preoccupazione piu grande? non impareranno l'informatica!!

Anonimo ha detto...

Non capisco bene i motivi di tale protesta. Mettendo da parte gli ideologismi politici vorrei sapere se qualcuno sarebbe così cortese da rendermene edotto i motivi giustificati di tale protesta. Ma quando si parla di licenziamento dei precari siamo sicuri di essere edotti su cosa vuol dire precariato???? perché non si protesta contro chi ha creato il precariato per mero interesse politico??? Perché le persone che hanno creato il precariato ora sono in piazza a contestare? come può una classe politica responsabile di tale ingolfamento pretendere che altri gli risolvano il problema e per assurdo essere promotori di una protesta??? Solo in Italia si possono vedere queste assurdità ... forse la troppa democrazia porta ad una distortura della democrazia stessa.!!! S+io posso solo fare una riflessione: una volta con l'insegnante unico si usciva da scuola preparati, oggi con tanti insegnanti e tanti psicologi un ragazzo di scuola secondaria ne sa meno di un ragazzo di V elkementare degli anni 60/70. Su questo bisognerebbe riflettere e gli insegnanti vergognarsi altro che scendere in piazza!!! Grazie

Anonimo ha detto...

Gelmini: "Il maestro unico come causa di licenziamenti? ''Nel pubblico impiego non è possibile''

R.Il maestro unico taglierà 87.000 insegnanti più personale ATA e Amministrativo fino ad arrivare a 200.000 unità...

facciamo due conti, immaginando di dare uno stipendio comprensivo di contributi e quant'altro occorre a questi 200.000 di € 1.500 mensili(una cifra irrisoria)

200.000 x 1.500 = 300.000.000 € al meseeeee!!!! dico al mese, a personale inutile e facciamo venire gli extracomunitari per raccoggliere i pomodori.

il fatto è che in italia esistono due enti previdenziali ed assistenziali:
1) INPS
2) SCUOLA

sono felice che è stato appena approvato il decreto da meno di 20 minuti

babbo che ne ha passate parecchie ha detto...

e' vero, 300.000.000€ al mese di tagli.
Il problema è:
La scuola funzionerà ugualmente con 200.000 persone in meno?
Risposta: funzionerà peggio
-il tempo pieno sparirà e ci sarà invece un doposcuola a pagamento gestito da "cooperative" con a capo il pappone di turno.
-gli insegnanti incapaci rimarranno mentre i più giovani (quarantenni)dovranno cercarsi altre occupazioni o impiegarsi nelle "cooperative" di cui sopra.

Anonimo ha detto...

io consiglierei di organizzarsi per la raccolta dei pomodori, un lavoro umile, ma onesto. Al massimo si portano una ventina di pomodori al giorno nascosti nelle tasche, piuttosto che rubare 300.000.000 € allo stato standosene con le mani sulla "panza".
Pensa che in un anno fanno 4 miliardi e 800 milioni di euro. Mettili vicino ad una finanziaria e vedi se non cambiano un po' le cose. Ogni anno questa cifra.... grande GELMINI!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

manca l'aria al futuro, sembra, ma tanto dipende ancora dalla capacità locale di rispondere ai bisogni: se c'e' una reale autonomia degli istituti e un reale federalismo fiscale sono ancora possibili scenari positivi

Giorgio ha detto...

Mi sembra troppo facile dire che chi non è d'accordo con me è disinformato, non sa leggere, è pilotato dalla sinistra, ...
Purtroppo in queste settimane sono passate in tv e radio tante persone che hanno parlato di scuola, non sapendo niente di scuola.
Mi fanno ridere i commenti cretini di tanti anonimi che sono rimasti alla scuola degli anni 60 con i bambini sottomessi degli anni 60 con i maestri autoritari degli anni 60 ed alle famiglie che pendevano dalle loro labbra.
I bambini del 2000 sono molto più svegli ed intelligenti. Molto più maleducati dalle famiglie del 2000 e molto più difficili da gestire a scuola (i miei figli ne sanno qualcosa).
Gli insegnanti peggiori che ho avuto l'esperienza di incontrare sono i vecchi incapaci rimasti agli anni 50 e i giovani incapaci che hanno pensato che insegnare fosse un lavoro come un altro.
La Ministra Gelmini, invece di buttare in ginocchio la scuola pubblica dovrebbe pensare alla maniera di cacciare gli incapaci.
Ma si sa... questo crea meno consenso!!!

Anonimo ha detto...

Evviva!!!
Chiudiamo tutte le scuole!!
Viva le scuole private!!!
Chi ha i soldi si può pagare anche la laurea senza studiare.
Chi non ce li ha si attacca ....

il bidello ha detto...

Certo che è vero,
nel caso dell'anonimo delle 11:40 la scuola ha lavorato veramente male.
Da una parte 10.000.000.000 € di aiuti alle banche che pagano 13.000.000 € /anno i loro dirigenti che le portano al fallimento
Dall'altra parte 4.800.000.000 € per 200.000 persone che LAVORANO.
Problema: qual è la cifra più alta?
Chi ruba?

Anonimo ha detto...

che vergogna...
la scuola funzionerà peggio!!!
complimenti....
la gente nn non ruba...
la gente vive con il lavoro nn tutti sono come lei ricchi sfondati perchè io che faccio il pedagogico vorrei fare l'insegnante ma devo cambiare idea perchè grazie a lei non si guadagna più come prima!!

Niccolò ha detto...

Ma lo sapevate che il decreto Gelmini è stato steso durante il governo Prodi del '98? Rifletteteci. Inoltre, chi ha scritto l'articolo non può prendere solamente le parti che gli interessano e utilizzarle a proprio piacere, perchè ovviamente non si ottiene una vera protesta, ma solo disinformazione.
1) Io ho frequentato una classe in cui più della metà dei ragazzi erano extracomunitari. E' stato bello come integrazione, ma dal punto didattico è stato uno sfacelo. Non è possibile mettere delle persone che non conoscono l'italiano in classi normali, perchè loro non imparano e rallentano il resto degli alunni.
2)Il maestro unico non taglierà stipendi, perchè nel pubblico impiego è impossibile: non si può licenziare dipendenti pubblici. Semplicemente, nella speranza di ridurre le esorbitanti spese per studente (le più alte d'Europa)non si riassumeranno persone al pensionamento di altre. I fondi garantiranno preparazione maggiore e migliori stipendi. In questo modo non andrà a fare l'insegnante chi non sa cosa fare e vuole 2 mesi di vacanza all'anno, ma chi veramente VUOLE insegnare.
3)La "scuola primaria" non è la scuola materna, ma sono le elementari. Inoltre io ho fatto solamente 3 ore di inglese la settimana: 5 ore non faranno che incerementare l'apprendimento di questo. E in più, sapere una lingua straniera bene, mi sembra meglio che saperne due male. Oh, naturalmente per quanto riguarda l'informatica non commento: si utilizzano programmi antiquati, che è ormai impossibile trovare in qualsiasi computer in circolazione.
4)Tempo pieno. Se un genitore non ha il tempo di stare dietro al figlio, poteva evitare di metterlo al mondo. Curare la creatura che si partorisce è il RUOLO, il DOVERE di un genitore, non una cosa che PUO' fare se vuole.

Niccolò ha detto...

Per quanto riguarda le università non sono d'accordo neanche io: non si può adottare un programma come quello degli Stati Uniti, perchè in Italia non ci sono abbastanza persone che contibuiscono alla realizzazione di sufficienti borse di studio per i meritevoli.
Secondo me l'ideale sarebbe quello di fare solamente università del tipo della Normale di Pisa: 100 università che accolgono 50 studenti ciascuna. In questo modo verrebbe VERAMENTE valorizzata la laurea: in Italia tutti si vogliono laureare e vogliono anche trovare un lavoro che dia loro lauti stipendi. E' semplicemente impossibile.
Certo questo sistema non funziona

Anonimo ha detto...

A Giorgio: formare insegnanti capaci, è quello che sta facendo...Ma qualcuno si è domandato come mai gli insegnanti di adesso sono degli incapaci? Io sì: la rivoluzione del '68 ha portato al 18 politico e agli esami di gruppo all'università. Risultato: pochissimi interessati studiavano, moltissimissimi facazzisti si laureavano. Ovviamente però, un ingegnere di questa ultima categoria non può progettare un ponte o una casa, semplicemente perchè crollerebbero. Quindi, non sapendo cosa fare, va a insegnare. Geniale! Ma sì, per insegnare basta fare i corsi Sis (inutili) e sei assunto.

Anonimo ha detto...

scusate,ho cercato di informarmi su diversi siti per capire veramente il decreto per poi decidere se protestare fosse giusto o meno..ma in realtà non ho ben capito le motivazioni dei liceali e degli universitari..poichè nulla o quasi parlava di loro in modo diretto.c'è qualcuno così cortese da illuminarmi su questo aspetto?
per quanto riguarda il maestro unico è secondo me 1 vergogna poichè i nulla facenti sono molti ma su 5-6 docenti forse 1 ke sa insegnarti qualcosa puoi trovarlo..bisognerebbe qnd porre l' insegnamento nelle mani di ki ne capisce il valore facendo sparire gli sfaticati..e poi non è detto ke tutti gli insegnanti siano portati per tutte le materie, ognuno deve insegnare ciò ke ama..solo in questo modo si trasmette la passione per lo studio.voto in condotta?giustissimo..
ragazza di 18 anni.

Niccolò ha detto...

Ciao ragazza di 18 anni, io sono un ragazzo di 19. Le proteste sono perchè le università sono destinate a diventare fondazioni, ovvero istituti privati, in cui chi può permetterselo potrà entrare e agli altri meritevoli saranno offerte borse di studio; un po' come negli Stati Uniti. Inoltre ci saranno dei tagli alla ricerca, perchè è un ambito che va sostenuto dai privati, poichè lo stato non ha il denaro sufficiente a questo scopo.
Inoltre la protesta è generalizzata, nel senso che tutti gli studenti che non sono d'accordo protestano, anche se il loro disappunto riguarda un ambito che non li tocca: semplicemente si preoccupano per il futuro dell'Italia. Quindi protestano contro il maestro unico (unico, ma più preparato grazie ai corsi di preparazione MOLTO selettivi), contro la mezza giornata a scuola (soprattutto i genitori che non possono tenere i figli per mezza giornata), contro i tagli di personale docente e Ata (in realtà non si licenzia nessuno, in Italia non è possibile: al pensionamento di un professore, non si assume il suo sostituto). Queste sono le principali motivazioni che spingono gli studenti alle proteste.

Anonimo ha detto...

Sono uno che ha votato l'attuale governo, ma devo dire che questo DDL è senza un fondamento didattico. Come può un insegnante solo INSEGNARE a 30 bambini dalle 9:00 alle 16:00?
A già il tempo pieno non esiterà più!
I miei figli dove andranno nel pomeriggio?
A già mia moglie che insegna forse sarà una delle persone che rimarramnno a casa dal DDL e li gestirà lei ed avremo così uno stipendio in meno e così non potrò pagare il mutuo della casa.
Per tornare al DDL..
Informatica, inglese ed altre materie non possono essere insegnate se non da professionisti del ramo...

Anonimo ha detto...

gelmini gelmini vaffanculo!!!!!!!ritorna al tuo paese!!!!!!

Anonimo ha detto...

A Niccolò:
Forse non hai figli o forse hai la fortuna di poterti permettere baby sitter o quant'altro.
Non ti puoi permetter di dire:"4)Tempo pieno. Se un genitore non ha il tempo di stare dietro al figlio, poteva evitare di metterlo al mondo. Curare la creatura che si partorisce è il RUOLO, il DOVERE di un genitore, non una cosa che PUO' fare se vuole." perchè comunque la scuola è stata studiata in questo modo per essere di supporto alle famiglie oltre che INSEGNARE. Io, mia moglie e come tanti altri genitori curiamo i nostri figli per il tempo a nostra disposizione e non mi balenerebbe mai l'idea di dire che avrei potuto evitare di metterli al mondo.

Niccolò ha detto...

Hai ragione, mi sono espresso male. Ma lo scopo della scuola non è quello di tenere i figli per i genitori, ma quello di istruirli. E questo è un compito che non sta svolgendo.

Anonimo ha detto...

A Niccolò:
Ti posso assicurare che nella materna e alle elementari sono istruiti molto bene, parlo per Milano e provincia. Tant'è che mio figlio alla materna ha insegnanti che insegnano alla classe inglese, spagnolo, psipedagogia, informatica oltre ovviamente all'italiano e quant'altro tutto ovviamente sottoforma di gioco.
Con il DDL l'anno prossimo forse riuscirà solo a giocare.

Anonimo ha detto...

A Niccolò:
Comunque la scuola è stata studiata da esperti in questo modo anche per dare supporto ai genitori visto che il 99% di essi lavorano entrambi.

Donato ha detto...

Giorgio ha detto...

Mi sembra troppo facile dire che chi non è d'accordo con me è disinformato, non sa leggere, è pilotato dalla sinistra, ...
Purtroppo in queste settimane sono passate in tv e radio tante persone che hanno parlato di scuola, non sapendo niente di scuola.
Mi fanno ridere i commenti cretini di tanti anonimi che sono rimasti alla scuola degli anni 60 con i bambini sottomessi degli anni 60 con i maestri autoritari degli anni 60 ed alle famiglie che pendevano dalle loro labbra.
I bambini del 2000 sono molto più svegli ed intelligenti. Molto più maleducati dalle famiglie del 2000 e molto più difficili da gestire a scuola (i miei figli ne sanno qualcosa).
Gli insegnanti peggiori che ho avuto l'esperienza di incontrare sono i vecchi incapaci rimasti agli anni 50 e i giovani incapaci che hanno pensato che insegnare fosse un lavoro come un altro.
La Ministra Gelmini, invece di buttare in ginocchio la scuola pubblica dovrebbe pensare alla maniera di cacciare gli incapaci.
Ma si sa... questo crea meno consenso!!!






io do pienamente ragione a questa persona se la gelmini vuole fare le scuole private io non sono dell'idea ke i ministri devono mandare migliaia e migliaia di studenti a zappare nelle campagne più ke altro se davvero vuole fare un cosa buona può mandare delle persone ke verificano il lavoro dei docenti durante l'anno e nn di fare alcune leggi ke mandano la scuola pubblica al decadimento se davvero vuole fare una cosa buona x la scuola controllasse i docenti fannulloni anzi ke fare certi leggi!!!!! poi mi di te xke vuole far diventare le scuole tecniche/professionali delle scuola ke non serve più a nulla il diploma? xke il diploma che si prenderà nella scuola professionali sarà valido solo nella regione in cui si è sonseguito l'esame del diploma cioè il diploma conseguito alle scuola statali pubbliche valgono nella regione... nn vi sembra una stupidità fare una legge del genere??? cioè spiegate questa cosa xke davvero le famigli andranno a rubare x avere quei poki soldi ke l'italia ci fa rimanere nelle nostre tasche perciò la scuola nn deve diventare uno schifo del genere lasciateci vivere ma senza esagerare nella leggi e sn anche per abbassare gli stipendi di voi politici...ma lo sapete quando prende berlusconi di soldi lordi? beh si e no 22'000 euro al MESE circa ci rendiamo conto?
e tt i senatori e tt i politici nn sono gente ke in politica nn fanno nulla e certi ke fanno veramente qualche cosa??? beh cosi come i professori se ne dovranno andare anche i tanti politici fannuloni ke ci sn in italia!!!!! l'italia sta diventando uno schifo totale siamo scesi talmente in basso ke si dovrebbero vergognare tutti!!!! taglio dei professori?? si va bene ma vogliamo anche un taglio dei politici al governo!!!!! quel ke è giusto è giusto basta prendevi i nostri stipendi x pagare uno stupido politico fannullo del governo via tt questi politici servo solo quelli ke servono in questo paese!!!

Anonimo ha detto...

E' bello leggere di così tanti punti di vista differenti... E' una cosa che accresce noi stessi: si chiama confronto.
Ma il confronto muore laddove una delle due parti si "impunta". Non vi è più discorso né possibilità di discussioni. Tutto ciò porta ad una sola parola esplicativa e chiarificatrice: DITTATURA.

Anonimo ha detto...

ciao sono una studentessa di 15 anni.
devo dire dire che non sono completamente favorevole a questo decreto, anche se ormai è diventato legge.
Io non sono a favore del maestro unico anche se sono d'accordo ad una riduzione del personale. Certo per "risanare le casse dello Stato" si potrebbero diminuire gli stimendi di molti politici...ma questo a loro non conviene!
Sono favorevole al voto in condotta, anche se credo che non servirà poi a molto.
Non ho niente in contrario alla "divisa", ma penso che se qualcuno voglia far vedere la sua "superiorità economica" troverà il modo di farlo.
Non sono daccordo al taglio di fondi per la scuola pubblica, in questo modo torneremmo al tempo in cui chi aveva i soldi studiava mentre gli altri...
Non sono daccordo alla riduzione dell'orario scolastico (è inutile dire il contrario, perchè è questo che accadrà)
E inoltre non sono daccordo alla riduzione delle classi. Adesso il tetto massimo di alunni in una classe è 36 se non sbaglio, in questo modo salirà a 40, ma la Gelmini si rende conto di quello che ha fatto? Già è difficile lavorare in una classe di 20 alunni,figuriamoci dopo!Non riesco a capirla questa riforma... invece di andare avanti stiamo tornando indietro... vorrei sapere cosa intende il nuovo governo per "progresso". Ma dato che ormai il decreto è legge e il governo cambierà difficilmente idea, non posso, anzi non possiamo far altro che protestare con tutta la nostra forza e tenere duro.

Anonimo ha detto...

Grandissima Gelmini,
nella scuola c'e tanto di quello spreco e tanto di quel personale inutile, pagato da noi, che non si puo' nemmeno immaginare!!!
E poi per pagare queste persone non ci sono manco i soldi per la carta igienica o il sapone liquido.
Meglio sprecare soldi a pagare gente che non sa nemmeno cosa fa nella scuola od usarli meglio e magari avere piu' risorse per materiale ed attivita' didattiche?
Ed e' meglio spendere ogni anno fior fior di soldi per comprare libri inutili, magari solo con due pagine in piu', oppure far durare i libri cinque anni senza spendere i milioni.
La gente e' preoccupata anche per il maestro unico, ma io che ho l'eta' della Gelmini sono cresciuta con il maestro unico e la scuola funzionava molto meglio. Non sono certo usciti dei ciucci da quel tipo di scuola, anzi.
Prima di scendere in piazza a fare cori ed a protestare, impedendo anche a chi vuole studiare di entrare a scuola, la gente dovrebbe valutare anche i pro e non solo i contro.

Anonimo ha detto...

A ragazza di 18 anni

Io sono una liceale di 17 anni e per quanto riguarda i licei si vuole diminuire l'orario per tutti gli indirizzi a 30 ore (32 per gli istituti d'arte se non mi sbaglio).

Secondo quanto dice un anonimo in questo furum:

" (...)
2°ma voi liceali fosse fosse che temete il fatto del voto in condotta e le regole piu ferree protestate perchè pensate d avere il diritto di non studiare non perche avete paura della vostra istruzione
(...)"

dovrei essere ben felice di questa riduzione di orario!
In fondo meno ore (la mia scuola ne fa 35 a settimana) significano meno lezioni, meno compiti a casa, meno studio!!
Che bello!!!
No, assolutamente non è affatto bello...
5 ore in meno ogni settimana vuol dire che qualche materia verrà ridotta o tagliata.
Come faranno gli insegnanti a fare lo stesso programma con meno ore? Non si sa...
Come non si sa quali saranno le materie tagliate o ridotte.
Io non sono d'accordo con questi tagli di ore alla mia possibilità di istruirmi. Ho scelto una scuola impegnativa con un orario lungo per avere la certezza di avere una buona istruzione per il mio futuro.

Io protesto per questo motivo e poi naturalmente anche per la scuola primaria e le università...

E come me, credo molti altri.
Non ci interessa molto del voto di condotta... Non ho mai sentito dire di qualcuno che sia stato promosso con il 5 di condotta, ma forse mi sbaglio.

Liceale

Anonimo ha detto...

ho 16 anni e studio in un liceo scientifico di provincia...450 allievi...io personalmente sono favorevole alla riforma, non xchè come dicono alcuni miei compagni di classe sono di destra o ho la possibilità di pagarmi una scuola privata, bensì perchè è ora di smettere con degli sprechi inutili! nella mia scuola ci sono 20 bidelli! è ridicolo... molti di loro non fanno altro che stare in corridoio a dire agli studenti di non farsi i giretti o stanno fissi alle macchinette a bersi il caffè...poi, x quanto riguarda i tagli alle università sono anche li favorevole...xchè comunque vengono tagliati corsi inutili dove sono più i professori degli studenti, che costano allo stato anche 500000 euro all'anno!
domani, quasi tutti i miei amici andranno in piazza a protestare, io andrò a scuola, molti di loro non sanno nemmeno di cosa tratta la riforma o addirittura ho sentito di qualcuno che va a protestare per il maestro unico! qui mi sembra si tratti di gente che ha poca voglia di lavorare e molta voglia di divertirsi.

Anonimo ha detto...

vorrei capire in cosa consiste effettivamente la riduzione di orario alle elementari! cioè: a che ora uscirà mia figlia da scuola dato che inizierà la prima elementare l'anno prossimo? premesso che da quando sono nati i miei figli ho scelto un lavoro part-time proprio per poterli crescere ed educare personalmente! in quanto credo che la scuola ha il dovere di istruire i bambini e la famiglia di crescerli ed educarli!!!!!

Giorgio ha detto...

Come avevo detto prima i ragazzi del 2000 hanno le idee molto più chiare di tanti "adulti" che pensano a comando.
I ragazzi che SONO a scuola capiscono che questa legge portera ad un peggioramento dell'istruzione.
Gli adulti che erano a scuola 20 e più anni sanno solo inneggiare ad un "ritorno ai bei vecchi tempi"
E' facile dire che nel pubblico impiego non si licenzia ma come chiamare 80.000 insegnanti giovani (qualcuno anche di 40 e passa anni) che quest'anno insegnano e l'anno prossimo no??
Le SSIS erano una GRANDE istituzione. Tutti gli insegnanti che ho conosciuto e che ci sono passati sono usciti veramente pronti e capaci.
Purtroppo la maggior parte dei "68ini" laureati con il 18 politico sono i politici/funzionari 60enni che stanno facendo danni da entrambe le parti.
Io la laurea l'ho presa nel 82 e me la sono sudata.

Anonimo ha detto...

caro ministro Gelmini, ma lei sa cosa significa essere contemporaneamente una mamma che vuole e deve (dati i tempi) lavorare????
nel momento in cui ha deciso di ridurre l'orario scalastico a 24 ore settimanali ha deciso che facciamo tutte le casalinghe??? alle 12.30 viene lei a prendere mio figlio a scuola dato che ha problemi legati all'alimentazione e sono personalmemte contraria alle mense scolastiche??? nella mia città non ci sono scuole elementari pubbliche con mensa interna, quindi l'anno prossimo che faccio???? decida se mi paga lei per stare a casa o mi viene a prendere la bambina! a lei la scelta!!! infondo VOI non ci avete neanche permesso di scegliere!! avete imposto un decreto legge (non si utilizzavano solo per adottare soluzioni in situazioni urgenti???)per riformare la scuola e non avete neanche valutato le differenze che esistono in merito alle realtà lavorative e sociali in Italia!!
ed è proprio una donna che ci rimanda a fare le casalinghe!!!

Giorgio ha detto...

Per il 16enne:
Purtroppo qui non si parla di bidelli di insegnanti incapaci di facoltà inutili ma di TAGLI alla spesa.
Tutti avranno meno soldi quelli bravi e quelli meno bravi, quelli inutili e quelli inutili.
Ripeto una cosa seria sarebbe stata:
- valutare le scuole e gli insegnanti
- chiudere le facoltà con più professori che studenti
- fare dei criteri seri di accesso all'insegnamento
Non so che esperienze avete avuto ma i mie figli alle elementari, medie e superiori hanno avuto diverse decine di insegnanti più o meno bravi ma ne ho incontrati solamente due che avrebbero dovuto essere mandati a casa.
La legge appena approvata manderà a casa molti giovani preparati ma questi due rimarranno a fare danni.
Le scuole elementari che hanno frequentato i miei figli funzionavano in questo modo:
- scuole a modulo - dalle 8 alle 13 dal lunedì al sabato. - totale 30 ore di lezione
scuole a tempo pieno - dalle 8 alle 16 dal lunedì al venerdì con pranzo a scuola - totale circa 30 ore di lezioni con aggunte altre attività.
Come vedete le 24 ore della gelmini sono una notevole riduzione in entrambi i casi.

Anonimo ha detto...

con questa...ormai legge..andranno avanti solo i figli di papaà,e perchè tu gelmini devi togliermi la possibilità di studiare senza pagare??la cultura deve essere pubblica..non privata!!io non capisco perchè voi politici non scendete un pò giu in mezzo al popolo,in mezzo alle personi "normali..forse capireste qualcosa in più della vita!!noi conitunueremo a manifestare fin quando non otterremmo qualcosa..noi non ci arrendiamo!!!!ma combatteremo...

Anonimo ha detto...

I dipendenti pubblici sono licenziabili eccome! i precari sono assunti a tempo determinato e vengono licenziati a giugno. Altro che due mesi di ferie....Anche i tagli ci sono già stati: molti insegnanti sono rimasti a casa perchè le ore di supplenza, i cosiddetti "ritagli" fino a sei ore, sono state date agli insegnanti di ruolo che hanno avuto così una cattedra di 24 ore, non di 18 ore...Le classi sono state accorpate e molte scuole di provincia saranno costrette a chiudere i battenti perchè i finanziamenti sono stati tagliati e questo significa che molti alunni saranno costretti a lasciare la scuola perchè non si potranno permettere di pagare i costi di trasporto per raggiungere scuole più lontane...la verità è che il decreto Gelmini indebolirà la scuola pubblica a favore di quella privata e, si sa, solo i ricchi possono frequentare quest'ultima... ai poveri e, badate bene, i poveri oggi sono anche quelli che hanno due mini-stipendi, figli a carico e mutui da pagare, a loro non resterà che un'istruzione di terz'ordine che consentirà loro solo di avere in futuro lavori malpagati. La scuola oggi, pur fra mille problemi, funziona. Ci sono eccellenti professori e alunni che si danno da fare per costruire il loro futuro con la certezza che la costituzione garantisce loro pari opportunità. E' vero ci sono docenti e allievi che non sono il massimo, ma questo accade in ogni settore del lavoro e certamente non ne è immune il parlamento...

Anonimo ha detto...

svegliati gelmì...hai fatto na cazzata!!svegliati.....nn capisci proprio niente...niente!!solo xk tenete i soldi nojn potete decidere della vita degli altri..

Anonimo ha detto...

Forse non hai capito che sono Ministri...possono proprio decidere la vita degli altri. Svegliati anonimo.

Anonimo ha detto...

Fannulloni ce ne sono e ce ne saranno sempre, mi piacerebbe capire però cosa frulla nella mente a chi fa un discorso economico sui tagli della scuola con tutti i furti dalle cosidette persone per bene (bancari, politici, dirigenti di aziende in fallimento) che subiamo da anni...mi piace ricordare una frase di una canzone di Silvestri...mi fa più paura il ladro vestito bene, uomo rispettato e con in tasca tante carte di credito

Anonimo ha detto...

Ma cazzo...possibile che in Italia ci siano solo straccioni???

Anonimo ha detto...

NON HO PAROLE L'ITALIA FA SCHIFO!!!!LA GELMINI SE L'è BEVUTO IL CERVELLO O COSA???IN PRATICA DICE KE KI HA I SOLDI VA AVANTI NELLA VITA KI NO,NO!!!!QUESTO DECRETO è LA VERGOGNA DELL'ITALIA!!!!!NON PENSAVO ARRIVASSE COSì IN BASSO QUESTO PAESE....VORREI TANTO ESSERE UNA VECCHIETTA DI 90 ANNI KE ESSERE UNA STUDENTESSA DI 16...IL NOSTRO FUTURO NON C'è!!!!MI FA ANCORA +SKIFO VEDERE KE C'è GENTE KE LA SOSTIENE!!!!MA GUARDATEVI INTORNO E VEDRETE K ADESSO SIAMO CIRCONDATI DALLA MERDA!!!!

Valentina ha detto...

Caro mio al peggio non c'è fine!!! Se Tremonti (perchè è lui l'ideatore del DECRETO) e tutta la sua gang non ci mettono una grossa pezza si troveranno a fronteggiare qualcosa di ben peggiore di una semplice manifestazione in piazza o l'occupazione delle scuole. Che stiano attenti, perchè la gente è stanca di vivere nella miseria e non ha nessuna voglia di cadere ancora più in basso. La storia è maestra di vita, quando le cose diventano insopportabili per il popolo, il popolo insorge perchè non ha più niente da perdere.
Speriamo che il futuro ci porti qualche inaspettata sorpresa.

In conclusione vorrei aggiungere ancora una cosa, è inutile star qui a discutere sui singoli provvedimenti del decreto, guardiamo avanti, con le future generazioni più ignoranti (perchè questo è inevitabile-24 ore in cui 1 insegnante solo deve fare tutto non credo riesca a formare decentemente una persona) come andrà avanti il Paese? Chiederemo la carità al resto d'Europa
Valentina

Anonimo ha detto...

certo ke nn ha ragione gelmini..sono tutte cose ingiuste..e con lo stesso prof.tutto il tempo la concentrazione diminuisce..nn è come la prima ora..e poi dividere gli stranieri dagli italiani è sbagliatissimo xk se stanno insieme gli stranieri imparano prima la lingua e fanno amicizia.E POI NN STUPITEVI SE GLI STRANIERI VI GIUDIVANO MALE!!GELMINI MA VATTENE A CASA VALà KE FAI UN FAVORE A TUTTI!!!DA PADOVANA LICEALE

Anonimo ha detto...

mi piacerebbe sottolineare la confusione nei pensieri espressi.
E' vero che questo decreto presunto ha lo scopo di ridurre i fannulloni e rinvogorire le casse pubbliche, ancor più vero il non considerare come l'italia stia passando in questi anni una sorta di limbo politico dove ognuno è libero di emanare le leggi a suo piacimento.
Mi compiaccio come abbiamo toccato il fondo e come questa amministrazione politica voglia ancora parlare di Democrazia....
ce ne sono tante di cose da dire...

Anonimo ha detto...

A Mr "Tremonti (perchè è lui l'ideatore del DECRETO): ma lo sai che il decreto è stato scritto durante il governo Prodi del '98? Perchè prima di dare aria alla bocca non leggi qualcosa?

Anonimo ha detto...

Non vedo dove sia il problema. I ricchi faranno quello che vogliono come hanno sempre fatto e i poveri marciranno nelle loro baracche insozzate dal loro stesso fiato. Certa è una sola cosa: anche nella protesta ci vuole un po' di stile, e noi qui l'abbiamo perso tutto. Bisogna fare le cose con classe, non lasciare che l'istinto più feroce prenda piede, anche se anche quello ha il suo fascino.
Per quanto mi riguarda, mi limiterò a guardarvi e giudicarvi, ma sappiate che per ora non c'è uno di voi che mantenga un po' di eleganza e charm in questo. E dio solo sa quanto conta l'eleganza in queste cose. Ma dove andremo a finire di questo passo? Per fortuna che io sono ricco...

Anonimo ha detto...

Sono un ragazzo di quasi 15 anni. Oggi, durante lo svolgimento dell'Assemblea di Istituto, è arrivata la notizia dell'affermazione della legge. Non dobbiao pensare che ormai sarà l'apocalisse in campo scolasico. Una legge può anche essere annulata, no? Domani, l'intera ITALIA farà sentire la sua voce a quella sorda e nostra "amatissima" Gelmini. La scuola è la base, le fondamenta di uno stato! Non possiamo mandarla alla rovina!
Però, nemmeno noi dobbiamo essere da meno. Dobbiamo finirla con l'occupazione delle scuole, perchè alla violenza, ormai, come si si è ben visto, si risponde con altra violenza! Dobbiamo fare in modo che questa DITTATRICE della scuola ritiri il suo
decreto.
Io ho espresso il mio parere. Se qualcuno fosse in disaccordo, lo prego di esprimere ilsuo pensiero. Questo è, o almeno dovrebbe essere, un PAESE DEMOCRATICO. Quello che ha, invece, ignorato la Gelmini.

Anonimo ha detto...

In italia c'è tanta disoccupazione ora si aggiungono anche i precari, insomma una vera piaga sociale, a riguardo di questo decreto non lo condivido in quanto un professore che ha studiato per tanti anni e per un motivo o per un'altro non ha mai vinto un corncorso, quindi " precario " anche se ha un'età avanzata si vedra sbattuto fuori da quello che è stato per tanti anni il suo mondo, facciamo un po' tutti quanti mente locale, se una cosa del genere capitasse sulla propria pelle come vivremmo questa situazione. gli antichi proverbi non sbagliano mai, anzi hanno sempre ragione " Il sazio, non crede a chi stà digiuno " ed è la relatà.

Anonimo ha detto...

Mi riferisco alla 16enne che vorrebbe essere una 90enne.... è preoccupante il suo commento da studentessa... non ha ne capo ne coda , se non tante "kkkk" forse è l'esempio di come oggi la scuola produce le sue carenze.. qui non c'entra la Gelmini od altri, sono giuste le riforme poichè troppe cose non vanno... In ultimo vorrei fare un appello ai genitori: "siate più partecipi nelle scuole dei vostri figli" forse il tanto citato binomio educativo "famiglia e scuola" darà una grossa mano ai riformatori di turno.

Anonimo ha detto...

L'unico difetto della Gelmini è che non sa dire le cose: non è importante quello che si dice, ma come lo si dice. Se semplicemente fosse stata di sinistra, tutti sarebbero stati d'accordo. Certo, se una donna che pensa può solo significare che è brutta. E dio mio quant'è rivoltante il brutto!

PxPx ha detto...

Tutta sta storia del maestro unico e compagnia bella mi sa molto di "Promozione dell'ignoranza" e la storia ci insegna che ogni volta che un potere cerca di manovrare a suo piacimento le agenzie informative(mass media e scuola) di un popolo la conseguenza logica è la dittatura. Con l'approvazione di un decreto simile assomiglieremmo in maniera mostruosa alla nostra "amata" America dove può avere un'istruzione solo chi può spendere centinaia di migliaia di dollari in scuole private e le scuole pubbliche, oltre ad essere estremamente pericolose nella maggioranza dei casi, il poco che fanno lo fanno malissimo. Negli scambi culturali fatti nella mia giovane vita (16 anni) ho avuto modo di confrontare la mia preparazione con quella austriaca, francese e inglese e vi posso assicurare che nonostante tutte le pecche della nostra scuola la preparazione di un ragazzino di 14 anni italiano e di gran lunga superiore in generale a quella austriaca e molto più ampia di quelle inglese e francese. Una delle poche volte in cui mi sono sentita davvero fiera di essere italiana. A decreto Gelmini approvato la preparazione nostra e dei nostri figli sarà davvero tragica come dicono certe staistiche se non di gran lunga peggiore.
Domani manifesterò insieme a moltissimi altri a Palermo per tentare di fermare questo SCEMPIO.

Anonimo ha detto...

Rispondo al 15enne che dice che il nostro dovrebbe essere un PAESE DEMOCRATICO.
In effetti lo è. La sig.a Gelmini democraticamente è stata eletta ministro e quindi le è stato affidato un potere che per nostro maggioritario volere lo sta esercitando.
E' impensabile ed impossibile che qualsivoglia riforma possa accontentare tutti.Possiamo dare un nostro giudizio critico ma come prima regola per un cittadino è doveroso sottostare alle leggi.

Anonimo ha detto...

Certo le riforme vanno fatte poichè troppe cose che non vanno, ma lo spirito che le muove deve essere l'interesse nel migliorare tali cose no l'interesse di tagliare le spese. La scuola italiana non è tra le migliori del mondo anzi... Con il decreto Moratti sono state peggiorate le scuole superiori e l'università. La scuola elementare si salvava e ora la Gelmini ha trovato il modo di peggiorare anche quella. Brava! Missione compiuta!

Anonimo ha detto...

Salve a tutti,sono uno studente, ho 17 anni e spontaneamente dopo aver letto e riletto la riforma Gelmini che proprio oggi è stata approvata in senato,domani sciopererò.Allora non capisco perchè c'è gente che dice ''INFORMATEVI'',INNANZITUTTO IO SONO INFORMATISSIMO E SO' BENISSIMO CHE QUESTA RIFORMA è UNO SCANDALO....
Secondo punto..il maestro unico e il grembiulino sono il fumo negli occhi che i nostri cari politici ci gettano con i giornali e con le televisioni e che sfortunatamente prende anche gli universitari a quanto pare....,scavando nella riforma vengono fatti tagli enormi a tutto...personale ATA, per intenderci i bidelli,i professori precari e ben 8mld di euro presi dalla scuola.La ministra mi dice e si chiede giustamente...eliminiamo quelle 100 mila persone che poi sono 130 mila e non 100 mila dalla sucola(sembra che 100 mila persone sono poche e non sono italiani che lavorano onestamente) perchè i soldi noi non li abbiamo per pagarli...mi dica chi protesta dove prenderli..bene io mi sono preso la briga di risponderLE...li prenda dal suo stipendio e dagli stipendi dei suoi cari compagni onorevoli e/o senatori che guadagnate 21200 euro al mese e avete tutte le stronzate pagate...Ma come ,Silvio non aveva detto prima delle elezioni che voi parlamentari vi riducevate lo stipendio??Ma come, avevate detto che riducevate il numero dei parlamentari??......facendo un piccolo calcolo carissimi...si può venire a sapere che tagliando il numero dei parlamentari,i loro strapagati stipendi e i loro servizi pagati da noi(barbiere,collant,automobili e ca....e varie)i soldi li trovavano eccome....
Invece di venirmi a dire perchè scioperate riflettete sul perchè invece di dare soldi inutili alla cordata CAI(1,5 mld) o soldi inutili per togliere l' ICI(2,5 mld),o i 5 mld della Libia non ci avete sanato le altre cose....
Io studente non voglio pagar le vostre porcate inutili,non voglio che mi togliate i fondi per pagare i vostri prestiti che sono poi i NOSTRI PRESTITI E SOPRATTUTTO NON VOGLIO CHE MI DICIATE FACCIAMO UN DIALOGO QUANDO TUTTI SANNO BENISSIMO CHE IL DIALOGO IN QUALSIASI PARTE ESSO SIA(SENATO,CAMERA,PALESTRE ECC,ECC) NON CI PUO' ESSERE CON QUESTA CHE PIU CHE UNA DEMOCRAZIA MI SEMBRA UNA DITTATURA DEBOLE...

Anonimo ha detto...

Io mi riferivo al fatto che la legge è stata approvata praticamente senza il consenso generale del popolo. Cioè, non si sarebbe dovuto fare un referendum in questo caso?

Anonimo ha detto...

un referendum costa un miliardo di euro...ti sembrava il caso? poi: via ai tagli nella sanità!

Anonimo ha detto...

io non sono contro alla riforma
sono contro a chi fa figli e li lascia tutto il giorno a scuola
ai mariti che anzichè curarli stanno in rete a leggere i post
alle mogli che vanno dal parrucchiere e li mollano alla materna
io ho 2 figli
lavoro e cerco di averli a casa il prima possibile
ho un ricordo meraviglioso della mia maestra unica
e pessimo dei numerosi del liceo
e come me altri
i figli li educhiamo noi
non vanno delegati al maestro...
il male

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
MI FA SPECIE SENTIR PARLARE LA GENTE IN QUESTO MODO
1°MAESTRO UNICO ma pensate che dei bambini siano seguiti meglio da 5/6 persone diverse o da una persona sola che sta con loro a tempo pieno
(LA MAGIOR PARTE DEGLI INSEGNANTI CHE SEGUONO I NOSTRI FIGLI NON SANNO NEMMENO COSA VOGLIA DIRE INSEGNARE) ma con delle persone del genere come potete pensare di poter garantire una buona istruzione ai vostri bambini
2°ma voi liceali fosse fosse che temete il fatto del voto in condotta e le regole piu ferree protestate perchè pensate d avere il diritto di non studiare non perche avete paura della vostra istruzione
(LA PROTESTA IN PIU NON E UN MOMENTO IN CUI SCATENARE LE BESTIE CHE SIETE CON CORI DA STADIO E INSULTI VARI MA PORTARE AVANTI CON DIGNITA I PROPRI PENSIERI)...
INFORMATEVI MEGLIO NON VI FERMATE AL SENTITO DIRE

mer ott 29, 12:48:00 AM 2008

Risposta: Caro mio.. Ai liceali sta a cuore il proprio futuro all'interno dell'università. 46% di tagli, non sono pochi. Il mio liceo classico, dall'anno prossimo, sarà accorpato a quello artistico. Il chè vuol dire che professori con esigenze completamente diverse si troveranno a battagliare continuamente. Non so se ti rendi conto: un solo preside, una sola segreteria per più di 1000 alunni. Quindi si, ci tocca.

aNGy290 ha detto...

Io appoggio pienamente Niccolò.
Ho 17 anni e ho sempre pensato al mio futuro.
Ho deciso di fare un ITIS poichè ho sempre saputo, fin da piccola, che l'Università è una scelta costosa, piena di sacrifici di ogni tipo. E' vero, esistono i figli di papà che ne escono poco preparati.. Ma esistono anche quei pochi che, anche non avendo la possibilità economica, han borse di studio su borse di studio per proseguire.
Invece ora, ci ritroviamo medici ignoranti che scambiano anemia per leucemia.
Mah. Questa è una vergogna.
Voto in condotta? Perfetto. Per quale motivo io non posso seguire la lezione solo perchè le FAMIGLIE non sanno educare i loro figli?
Non è giusto.
Gli insegnanti hanno il dovere di formare gli studenti in ambito culturale e personale, ma ricordiamoci che non son pagati per farci da genitori.
Sì, i genitori, quelli che senza una stabilità economica han messo al mondo vite in più da mantenere e che quindi fan anche due o tre lavori e non ha quindi il tempo per notare le note disciplinari prese a scuola.
E a proposito, io, o espatrio o non sarò mai madre.
Non mi sembra giusto mandare un figlio a scuola scambiandola per asilo nido.
Assolutamente no.
Io ho avuto come appoggio i miei nonni e mi ritengo fortunata, visto che purtroppo c'è chi non li ha neanche mai conosciuti. Ok, gente, pensateci bene prima di procreare così come capita.
Grembiule? Non è mai morto nessuno, io compresa.
Inglese, informatica blabla .. non ho capito bene e non mi esprimo.
Enorme sbaglio sui fondi destinati alla ricerca, tagliati. Ma giusto per fare un esempio: grazie alla Tanto Amata Chiesa.. molti esperimenti in Italia, nelle facoltà di biologia o chimica, non si possono fare. In Svizzera sì.
Quindi, il nostro stato fa acqua da tutte le parti. Oltre che sul fronte scolastico.
Mi rattristano i tagli anche per la scuola pubblica.. Ma di questo ancora mi devo informar bene.
Che altro c'è?
Uhm..
Ah sì, Io domani vado a scuola perchè non voglio finire in una guerra civile tra scontri politici di studenti che non san cosa fare e scendono in piazza a protestare.
Da sottolineare che si sono aggiunti motivi personali delle scuole, in queste manifestazioni popolari.
Gente che si lamenta per il crollo del tetto, la carta che manca nei bagni, o i riscaldamenti spenti.. Beh, lì non so quanto c'entri la Gelmini. Ma presumo poco.
Son problemi che ci son sempre stati.
Giusto ora pensavo agli stessi studenti che si preoccupano per il loro futuro universitario troppo costoso, ma che allo stesso tempo non si precludono la gita scolastica di 300-500 euro. Come mai?
Gli italiani i soldi li hanno, solo che li spendono male.
Mia nonna con la minima di prensione riesce ad andare avanti. Non si fa i capelli dalla parrucchiera tutte le settimane, non esce tutti i sabati sera e tantomeno non fa debiti per vacanze estive. Ma ha una vita dignitosa perchè sa come fare BENE la spesa e riesce perfino a mettere da parte qualcosa per il futuro dei nipoti.
Quindi non ditemi che non ci sono soldi..
Ditemi piuttosto che a 40 anni non sapete mandare avanti una famiglia con due figli cresciuti da estranei.

Tante care cose.

Shin ha detto...

Anonimo ha detto...
MI FA SPECIE SENTIR PARLARE LA GENTE IN QUESTO MODO
1°MAESTRO UNICO ma pensate che dei bambini siano seguiti meglio da 5/6 persone diverse o da una persona sola che sta con loro a tempo pieno
(LA MAGIOR PARTE DEGLI INSEGNANTI CHE SEGUONO I NOSTRI FIGLI NON SANNO NEMMENO COSA VOGLIA DIRE INSEGNARE) ma con delle persone del genere come potete pensare di poter garantire una buona istruzione ai vostri bambini
2°ma voi liceali fosse fosse che temete il fatto del voto in condotta e le regole piu ferree protestate perchè pensate d avere il diritto di non studiare non perche avete paura della vostra istruzione
(LA PROTESTA IN PIU NON E UN MOMENTO IN CUI SCATENARE LE BESTIE CHE SIETE CON CORI DA STADIO E INSULTI VARI MA PORTARE AVANTI CON DIGNITA I PROPRI PENSIERI)...
INFORMATEVI MEGLIO NON VI FERMATE AL SENTITO DIRE

mer ott 29, 12:48:00 AM 2008

Risposta: Caro mio.. Ai liceali sta a cuore il proprio futuro all'interno dell'università. 46% di tagli, non sono pochi. Il mio liceo classico, dall'anno prossimo, sarà accorpato a quello artistico. Il chè vuol dire che professori con esigenze completamente diverse si troveranno a battagliare continuamente. Non so se ti rendi conto: un solo preside, una sola segreteria per più di 1000 alunni. Quindi si, ci tocca.

Risposta a:
Anonimo ha detto...
Grandissima Gelmini,
nella scuola c'e tanto di quello spreco e tanto di quel personale inutile, pagato da noi, che non si puo' nemmeno immaginare!!!
E poi per pagare queste persone non ci sono manco i soldi per la carta igienica o il sapone liquido.
Meglio sprecare soldi a pagare gente che non sa nemmeno cosa fa nella scuola od usarli meglio e magari avere piu' risorse per materiale ed attivita' didattiche?
Ed e' meglio spendere ogni anno fior fior di soldi per comprare libri inutili, magari solo con due pagine in piu', oppure far durare i libri cinque anni senza spendere i milioni.
La gente e' preoccupata anche per il maestro unico, ma io che ho l'eta' della Gelmini sono cresciuta con il maestro unico e la scuola funzionava molto meglio. Non sono certo usciti dei ciucci da quel tipo di scuola, anzi.
Prima di scendere in piazza a fare cori ed a protestare, impedendo anche a chi vuole studiare di entrare a scuola, la gente dovrebbe valutare anche i pro e non solo i contro.

Io alle elementari non avevo un maestro unico, ma avevo tra le mie maestre una maestra chiaramente di parte, estremista e Berlusconiana che non faceva altro che parlare di politica e fare il lavaggio del cervello a ragazzini che purtroppo non potevano avere un'idea propria a quell'età. Ipotizzando che come maestra unica avessi avuto lei. Immaginate il futuro di quel 25 bambini... O immaginate che (Grazie alle varie raccomandazioni, e siccome grazie all'onorevolissima MariaStella, chi avrà i soldi avrà la laurea indipendentemente dall'impegno) come maestra unica, avessi avuto un'incompetente... 25 ragazzi rovinti tutti in un colpo. Beh, che dire. Wow..
Riguardo alla divisa, non mi importa, facciano quello che vogliono..
E riguardo alla privatizzazione.. Ci sono famiglie che campano con meno di 2000 euro al mese... Vorrei sapere come fanno ad assicurare gli studi ai loro figli, siccome da oggi si fa carriera con le raccomandazioni e con i soldi...

Arte ha detto...

In risposta ad aNGy290:

Io vado dalla parrucchiera si e no 3/4 volte all'anno. Non ho mai partecipato ad una gita scolastica.
I libri li ho sempre avuto da parenti, o di seconda mano.
I miei genitori per comprarmi il primo telefonino (Un nokia degli anni '90) hanno atteso i miei 15 anni.
Tra due anni andrò all'università.
E dimmi..
Dove cazzo li trovo i soldi????
Sostengo Shin: anche io ho avuto problemi con maestre di parte.
E... visto che non ho un bel presente e non ho avuto un passato meravoglioso... almeno vorrei assicurarmi un futuro quanto meno vivibile.

Anonimo ha detto...

"mio figlio alla materna ha insegnanti che insegnano alla classe inglese, spagnolo, psipedagogia, informatica oltre ovviamente all'italiano e quant'altro tutto ovviamente sottoforma di gioco.".....c'è da fargli l'applauso...la scuola materna serve a RENDERE I BAMBINI FELICI E LIBERI DI DARE SFOGO ALLE LORO EMOZIONI attraverso regole loro accessibili e giochi...non serve ad impartire loro la didattica, che deve coprire in minimissima parte il curriculum della scuola dell'infanzia...altrimenti la scuola primaria cosa ci sta a fare???poi alla scuola primaria troviamo bambini che, si, avranno già delle conoscenze ma ke sono totalmente incapaci di relazionarsi agli altri, di saper giocare rispettando le regole del gioco etc.
Sono studentessa universitaria e insegnante di scuola materna di 21 anni e se permettete avere il maestro unico è la cosa migliore per un bambino xkè avere 300.000 punti di riferimento è totalmente fuorviante e insensato e serve solo a creare sovrageneralizzazioni...sicuramente sono contraria all'eliminazione del tempo prolungato...ma c'è anche da considerare che le scuole stanno diventando un babyparking...vi aggiungo inoltre che nella scuola dove insegno ci sono 3 sezioni con bambini di varie fasce d'età e sapete quanti alunni ci sono in una sola classe? 42 dai 3 ai 5 anni, ma un insegnate preparato sa organizzare il lavoro, 5/6 no perchè ognuno segue le sue modalità contrastanti con le altre.
A coloro che lamentano le classi per gli immigrati vorrei far presente l'IGNORANZA CHE IN QUESTI ANNI STA USCENDO DALLE SCUOLE, data da vari fattori:
-insegnanti impreparati
-stranieri che rallentano in maniera eclatante il corso di studi
-studenti mai puniti per i loro errati comportamenti che vanno comunque avanti negli studi

e potrei andare avanti per molto tempo.
Sono uscita dalla scuola 3anni fa e le capre che sono uscite rappresentano una percentuale considerevole.
In + lo sciopero per chi NE CONOSCE I MOTIVI è ANCHE GIUSTO, ma le modalità usate sono da fare vergogna ed è x questo che anche se vorrei scioperare per alcuni punti della riforma non sciopero.

rosj ha detto...

Brava il tuo commento nn ha fondamenti, tu sei una maestra di 21 anni che insegna alla materna convinta che sia meglio avere un maestro unico, io nn sono affatto d'accordo sono un insegnate di scuola superiore il cosidetto ITP insegno da dieci anni e sono una precaria che ha frequentato una legge 143 spendento 2000,00 euro oltre un anno intero di sacrifici lavorando al mattino e frequentando tutti i pomeriggi la sis,con votazione finale 17/18 e oggi mi ritrovo quarta in graduatoria permanente e con un pugno di mosche perchè da Settembre nn farò più la cosa che amo fare insegnare laboratorio di meccanica ai miei ragazzi.(Grazie Gelmini).
ORA VORREI RISPONDERE UN ATTIMO A TE MAESTRA VENTUNENNE: Quando ero all'elementare avevo il maestro unico una maestra rincoglionita che nn è stata capace di insegnarmi nulla però nn aveva ancora l'età pensionabile quindi io e altri 23 bambini siamo usciti dalla scuola elementare senza avere minimamente idea di cosa fosse una tabellina. I miei figli ringraziando il cielo hanno 5 maestri, uno fa musica uno fa inglese uno fa informatica uno fa italiano storia e geografia e uno fa matematica nn mi sembrano per niente confusi dalla moltitudine di insegnanti e di insegnamenti anzi sono dei bambini molto più preparati e svegli di quanto lo eravamo noi alla loro età.
Io mi battero con tutte le mie forze affinchè questo decreto Gelmini- Tremonti venga eliminato, è vero che ci sono degli sprechi ma perchè nn cominciano a ridursi gli stipendi e a sperperare meno i nostri soldi, come si suol dire il pesce puzza dalla testa.
Io mi auguro che le manifestazioni continuino e che si faccia il referendum.

aNGy290 ha detto...

In risposta ad Arte:

Tu avrai si e no 15-16 anni.
Anche io uso libri usati, edizioni permettendo.
Mia nonna ne ha 60 passati, lei non andava manco a scuola.. Pensa te.
Ma non è questo il Topic della discussione.
I soldi li prendi studiando con impegno.
B O R S A D I S T U D I O.
Fai un liceo?
Ti ho detto io di farlo?
Non sapevi che senza Università un Liceo è uguale a un Professionale?
Mah, non facciamo del facile vittimismo.
In Italia ce n'è già troppo.

Donato ha detto...

Brava il tuo commento nn ha fondamenti, tu sei una maestra di 21 anni che insegna alla materna convinta che sia meglio avere un maestro unico, io nn sono affatto d'accordo sono un insegnate di scuola superiore il cosidetto ITP insegno da dieci anni e sono una precaria che ha frequentato una legge 143 spendento 2000,00 euro oltre un anno intero di sacrifici lavorando al mattino e frequentando tutti i pomeriggi la sis,con votazione finale 17/18 e oggi mi ritrovo quarta in graduatoria permanente e con un pugno di mosche perchè da Settembre nn farò più la cosa che amo fare insegnare laboratorio di meccanica ai miei ragazzi.(Grazie Gelmini).
ORA VORREI RISPONDERE UN ATTIMO A TE MAESTRA VENTUNENNE: Quando ero all'elementare avevo il maestro unico una maestra rincoglionita che nn è stata capace di insegnarmi nulla però nn aveva ancora l'età pensionabile quindi io e altri 23 bambini siamo usciti dalla scuola elementare senza avere minimamente idea di cosa fosse una tabellina. I miei figli ringraziando il cielo hanno 5 maestri, uno fa musica uno fa inglese uno fa informatica uno fa italiano storia e geografia e uno fa matematica nn mi sembrano per niente confusi dalla moltitudine di insegnanti e di insegnamenti anzi sono dei bambini molto più preparati e svegli di quanto lo eravamo noi alla loro età.
Io mi battero con tutte le mie forze affinchè questo decreto Gelmini- Tremonti venga eliminato, è vero che ci sono degli sprechi ma perchè nn cominciano a ridursi gli stipendi e a sperperare meno i nostri soldi, come si suol dire il pesce puzza dalla testa.
Io mi auguro che le manifestazioni continuino e che si faccia il referendum.








TI APPROVO PIENAMENTE BASTA LORO VGOLIONO TRUFFARE NOI LEGALMENTE DETTO IN PAROLE POVERE SN LORO CHE COMANDANO E NOI DOBBIAMO STARE SOTTO MESSI AI LORO PIEDI NN CREDO PROPRIO L'ITALIA STA SCENDENDO SU TUTTTE LE TABBELLE RISPETTO AL MONDO DA ANDANDO ALLA DECADENZA TOTALE MA CI RENDIAMO CONTO???? QUI CI VUOLE UNA RIVOLUZIONE!!!!! NN LO CAPITE KE SOLO I RICCHI I COSI DETTI NOBILI...DATO KE STAIMO TORNANDO INDIETRO ANZI KE AVANTI NEI TEMPI....DOBBIAMO TORNACO HAI TEMPI DI NAPOLEONE? I VOTO PROCAPITE? BENE TORNIAMO INDIETRO ALLA RIVOLUZIONE FRANCESE FATE DECIDERE AL POPOLO CIò KE è DEL POPOLO E NON HAI RISTOCRATICI E NOBILI (KE ORA SONO POLITICI E RICCHI KE SI POSSONO PERMETTERE TUTTO) BENE FATE VOTARE AL POPOLO LA LEGGE!!! E NON TUTTI I FANNULONI CHE RICEVONO 20 MILA EURO AL MESE POLITICI CHE NON SERVONO A NULLA IN QUESTO GOVERNO!

Donato ha detto...

aNGy290 ha detto... Io appoggio pienamente Niccolò.
Ho 17 anni e ho sempre pensato al mio futuro.
Ho deciso di fare un ITIS poichè ho sempre saputo, fin da piccola, che l'Università è una scelta costosa, piena di sacrifici di ogni tipo. E' vero, esistono i figli di papà che ne escono poco preparati.. Ma esistono anche quei pochi che, anche non avendo la possibilità economica, han borse di studio su borse di studio per proseguire.
Invece ora, ci ritroviamo medici ignoranti che scambiano anemia per leucemia.
Mah. Questa è una vergogna.
Voto in condotta? Perfetto. Per quale motivo io non posso seguire la lezione solo perchè le FAMIGLIE non sanno educare i loro figli?
Non è giusto.
Gli insegnanti hanno il dovere di formare gli studenti in ambito culturale e personale, ma ricordiamoci che non son pagati per farci da genitori.
Sì, i genitori, quelli che senza una stabilità economica han messo al mondo vite in più da mantenere e che quindi fan anche due o tre lavori e non ha quindi il tempo per notare le note disciplinari prese a scuola.
E a proposito, io, o espatrio o non sarò mai madre.
Non mi sembra giusto mandare un figlio a scuola scambiandola per asilo nido.
Assolutamente no.
Io ho avuto come appoggio i miei nonni e mi ritengo fortunata, visto che purtroppo c'è chi non li ha neanche mai conosciuti. Ok, gente, pensateci bene prima di procreare così come capita.
Grembiule? Non è mai morto nessuno, io compresa.
Inglese, informatica blabla .. non ho capito bene e non mi esprimo.
Enorme sbaglio sui fondi destinati alla ricerca, tagliati. Ma giusto per fare un esempio: grazie alla Tanto Amata Chiesa.. molti esperimenti in Italia, nelle facoltà di biologia o chimica, non si possono fare. In Svizzera sì.
Quindi, il nostro stato fa acqua da tutte le parti. Oltre che sul fronte scolastico.
Mi rattristano i tagli anche per la scuola pubblica.. Ma di questo ancora mi devo informar bene.
Che altro c'è?
Uhm..
Ah sì, Io domani vado a scuola perchè non voglio finire in una guerra civile tra scontri politici di studenti che non san cosa fare e scendono in piazza a protestare.
Da sottolineare che si sono aggiunti motivi personali delle scuole, in queste manifestazioni popolari.
Gente che si lamenta per il crollo del tetto, la carta che manca nei bagni, o i riscaldamenti spenti.. Beh, lì non so quanto c'entri la Gelmini. Ma presumo poco.
Son problemi che ci son sempre stati.
Giusto ora pensavo agli stessi studenti che si preoccupano per il loro futuro universitario troppo costoso, ma che allo stesso tempo non si precludono la gita scolastica di 300-500 euro. Come mai?
Gli italiani i soldi li hanno, solo che li spendono male.
Mia nonna con la minima di prensione riesce ad andare avanti. Non si fa i capelli dalla parrucchiera tutte le settimane, non esce tutti i sabati sera e tantomeno non fa debiti per vacanze estive. Ma ha una vita dignitosa perchè sa come fare BENE la spesa e riesce perfino a mettere da parte qualcosa per il futuro dei nipoti.
Quindi non ditemi che non ci sono soldi..
Ditemi piuttosto che a 40 anni non sapete mandare avanti una famiglia con due figli cresciuti da estranei.

Tante care cose.





SENTI X ALCUNE COSE TI DO RAGIONE MA NN DIRE KE GLI ITALIANO I SOLDI LI HANNO TI SBAGLI DI GROSSO TU PENSALA COME VUOI MA RICORDATI KE SU UN CERTO RAGIONAMENTO SEITU KE FAI ACQUA VUOI ANDARE A SCUOLA VACCI VOGLIO VEDERE QUANDO TI DIRANNO CHE IL TUO DIPLOMA VALE SOLO NELLA TUA REGIONE!! E POI C'è DA RIDERE LI E QUANDO TI TOGLIERANNO I LABORATORI?? DIMMI TU KE FAI L'ITIS DAMMELO A SCUSA è VERO NN TI INTERESSA DEI FONDI TOLTI X LO STUDIO E LA RICERCA MA SE DAVVERO VOLEVA RISANARE LE CASSE DELLO STATO DEVO SOLO MANDARE CONTROLLI X I PROFESSORI FANNULLONI COME DAL TRONTE MOLTI POLITICI GLI POSSO TOGLIERE KE PRENDONO MOLTO DI PIù AL MESE!!CERCA DI RAGIONARE UN PO E NON SOLO A TE STESSA

aNGy290 ha detto...

in risposta a Donato:

A chi devo pensare? Ai genitori egoisti che non hanno modo di far vivere una vita dignitosa a un figlio? Agli sconsiderati che hanno scelto un liceo non avendo soldi a casa? O a quei ragazzi che han preso la scuola per un parco giochi?
Io sono dell'idea che i soldi li dovevano prendere dagli stipendi ESAGERATI dei politici, anch'essi fannulloni.
Per le Università semplicemente un ragionamento diverso..
Ma qua siam tutti bravi a far politica ..
Voglio vedere voi in Parlamento cosa combinereste.
Con questo non voglio giustificare i tagli alla scuola pubblica, questa sì è una vergogna.. Ma non cambio idea.

PS. CONTENTI? IO STAMATTINA NON SON ANDATA A SCUOLA PERCHE' NON HO SENTITO LA SVEGLIA =_="

Anonimo ha detto...

la maggior parte di voi non ha figli,
quando ne avrete tutte le vostre visioni cambieranno, la maggior parte di voi
studiacchia e forse sarà senza laurea un domani.
le manifestaxzioni x la maggior parte sono un modo di far casino tutto qui
pappagallando per sentito dire
io di lauree ne ho 2
approvo la gelmini
approvo i tagli di bilancio
approvo le punizioni agli studenti maleducati finalmente gli insegnanti non avranno paura di punire un maleducato
finalmente andranno avanti solo gli insegnanti preparati
abbiamo troppi incompetenti alla cattedra
un pò di pulizia fa bene
w la gelmini

Anonimo ha detto...

"la maggior parte di voi non ha figli,
quando ne avrete tutte le vostre visioni cambieranno, la maggior parte di voi
studiacchia e forse sarà senza laurea un domani.
le manifestaxzioni x la maggior parte sono un modo di far casino tutto qui
pappagallando per sentito dire
io di lauree ne ho 2
approvo la gelmini
approvo i tagli di bilancio
approvo le punizioni agli studenti maleducati finalmente gli insegnanti non avranno paura di punire un maleducato
finalmente andranno avanti solo gli insegnanti preparati
abbiamo troppi incompetenti alla cattedra
un pò di pulizia fa bene
w la gelmini"

sono la studentessa 21enne del commento di prima....finalmente una persona che riesce a capire le motivazioni di tale riforma!!